Perché sono così confuso?

Se sei come me, ogni situazione e sfida sembra presentare una gamma di scelte, tutte portatrici di sentimenti diversi. Essere umani può creare confusione.

Ciò che mi aiuta a comprendere questa confusione è la possibilità che non siamo una singola mente o essenza che lotta per la chiarezza, ma una composizione di molte parti diverse che si sono formate attraverso le nostre esperienze personali, cultura e storia familiare.

Tutte queste parti hanno le proprie opinioni e sentimenti, come qualsiasi stanza piena di esseri umani. Questo concetto potrebbe essere chiamato “lavoro ombra” nella psicoterapia junghiana, o “lavoro sulle parti” secondo i protocolli dei Sistemi Familiari Interni progettati da Richard Schwartz. Anche gli insegnamenti sciamanici riconoscono questa scissione, sia a livello dell’anima che in termini delle nostre convinzioni fondamentali ferite.

L’essenza che traggo da tutti questi insegnamenti è che abbiamo 3 aspetti del sé:

Il vero sé: lo vedo fondamentalmente come l’essenza dell’anima, il sé superiore, il superconscio o qualunque termine tu preferisca. È la parte di noi che è connessa allo Spirito ed è eterna, fonte di amore, verità, chiarezza, guarigione e saggezza. Non c’è confusione qui.

Alcuni insegnanti suggeriscono che questa parte non può essere ferita, ma personalmente non ne sono così sicuro. Se questa è l’essenza dell’anima, allora credo che possa essere esaurita e gli aspetti possano lasciare questo luogo di verità e saggezza finché non saranno guariti e reintegrati.

Parti ferite: queste sono le parti esiliate della nostra essenza che contengono convinzioni limitanti insieme a sentimenti e comportamenti difficili. Potrebbero sentirsi sgraditi o inaccettabili per il mondo che li circonda.

Protettori: li ho sentiti chiamare con una serie di nomi come manager, soldati leali o gremlin. Il loro ruolo è mantenere le parti ferite al sicuro e in gran parte nascoste al mondo. Possono utilizzare tutta una serie di comportamenti limitanti per evitare l’esposizione del sé ferito, tra cui dipendenza, distrazione, evitamento, ossessione, conformità e persino malattia.

Queste strategie di coping possono sembrare un modo pratico per gestire le parti di noi stessi che giudichiamo inaccettabili, ma funzionano solo per un po’, se non del tutto. Le parti di noi stessi che in qualche modo vengono giudicate “meno di” non si sentono a proprio agio in esilio: possono sentirsi abbandonate, vergognate, arrabbiate.

Col passare del tempo le ferite si approfondiscono e necessitano di una gestione più estrema per tenerle lontane dagli occhi del pubblico. Alla fine, si insinuano nella nostra vita quotidiana quando siamo sotto pressione, creando un’espressione di sé confusa e confusa. Il loro aspetto può anche essere drammatico e apparentemente “fuori dal personaggio” per coloro che ci conoscono.

Questa può essere un’esperienza stimolante ma anche potenzialmente catartica. Una volta rivelate, è possibile riconoscere e convalidare queste parti ferite, adottando misure per reintegrarle nel vero sé. Potresti considerarla la carta della Torre nei Tarocchi, quando tutto crolla, ma con ciò arriva la possibilità di un nuovo inizio.

Ho viaggiato sciamanicamente con l’intenzione di trovare una prospettiva utile al riguardo e mi è stata mostrata una serie di 3 bambole russe. Il primo rappresentava i protettori, il volto che presentiamo al mondo. Possono dare l’illusione di stabilità e facilità, come il cigno che galleggia serenamente sulla superficie dell’acqua, ma in realtà stanno lavorando duramente per mantenere l’illusione.

La seconda bambola nascosta sotto era la parte ferita, nascosta dietro i protettori e in gran parte invisibile al mondo esterno finché non veniva profondamente innescata.

La terza parte era il vero sé. È interessante notare che questa era la più nascosta e la più piccola delle 3 bambole. Quando ho chiesto informazioni a Huascar, il guardiano degli inferi, ho capito che era vero, che come specie viviamo più in persona e protettore che nella nostra vera essenza. Se ti piacciono i numeri, le percentuali medie che mi sono state mostrate erano del 45% per i protettori, del 35% per il sé ferito e del 20% per il nostro vero sé.

È un pensiero piuttosto deludente il fatto che potremmo mostrare solo una frazione del nostro vero sé.

La soluzione a questa confusione e confusione? Negli inferi mi sono state mostrate le 3 bambole russe separate, ciascuna in piedi fianco a fianco con l’altra.

Il danno storico deve essere risolto gradualmente per fasi ma, come obiettivo, dovremmo cercare di lasciare che il mondo veda tutti noi, con trasparenza in ogni momento su come ci sentiamo. Le parti ferite e i protettori sono ancora parti valide di noi e devono essere accettate con compassione.

Quando gli occhi amorevoli e gentili della coscienza brillano su una parte non guarita di noi, allora ciò che prima era nascosto può essere visto e può iniziare una guarigione profonda. Le parti ferite possono esprimersi nel loro stato guarito e i protettori possono tornare a ciò che facevano prima di assumere questo ruolo. La confusione e le convinzioni contrastanti possono essere sostituite con allineamento e chiarezza.

Con amore

Andrea

Relazioni orizzontali

Il tema di questo mese: Relazioni orizzontali

Il concetto di relazioni verticali e orizzontali è stato creato dallo psicoterapeuta Alfred Adler ed è stato riportato alla ribalta attraverso il moderno bestseller giapponese “Il coraggio di essere antipatici” di Ichiro Kishimi e Fumitake Koga.

Una relazione orizzontale è quella in cui entrambe le parti hanno lo stesso potere e si relazionano da un luogo di rispetto e autorità reciproci.

Una relazione verticale è quella in cui si ritiene che una parte abbia più potere o saggezza di un’altra. Un esempio potrebbe essere il rapporto tra genitore e figlio, medico e paziente o insegnante e studente. Potrebbe sembrare naturale presumere che queste relazioni debbano essere verticali, ma funzionano meglio quando c’è rispetto e condivisione reciproci.

Voglio concentrarmi su un’area all’interno di questo argomento: le relazioni orizzontali e verticali nei circoli spirituali e terapeutici. Ho visto gli stati guariti e feriti di queste relazioni e sono consapevole della delicatezza della mia posizione con i clienti e anche come autore di queste newsletter.

Questo argomento mi sta a cuore perché molti anni fa ho sperimentato brevemente una versione estrema di una relazione spirituale verticale e sono rimasto stupito da quanto fosse affascinante, anche se perspicace mi sentivo in quel momento.

Il corso in questione è stato condotto da un leader dotato di grande carisma e assoluta certezza nelle proprie convinzioni, un autoproclamato bambino prodigio. I suoi insegnamenti erano una fusione di lavoro attraverso i secoli, affermò, quindi era sicuro fidarsi della sua saggezza ed esperienza.

Man mano che mi immergevo più profondamente, mi è stato mostrato un mondo spirituale basato molto sulla dualità, dove le persone erano disciplinate o pigre e dove l’insegnante era l’unico che poteva aiutarci a raggiungere il successivo “livello” di amore.

Si trattava chiaramente di una relazione verticale, in cui lui si sentiva superiore a noi e ci aiutava a diventare superiori agli altri. Scritto in questo modo, sembra ovvio che avrei dovuto capirlo prima, ma queste dinamiche erano allettanti e facevano appello alla parte di me che voleva essere “speciale” e si aspettava che la “specialità” fosse la ricompensa alla fine di un lungo periodo. strada di impegno e dedizione.

È stata un’esperienza estrema, ma ci sono aspetti più sottili che possono intrappolarci, anche all’interno di una seduta terapeutica o di un ritiro o di un corso di formazione.

Ci sono molti segnali di allarme a cui faccio attenzione, anche dentro di me mentre scrivo queste newsletter. Non sto cercando di mostrare alcun accesso speciale alla saggezza, solo la mia capacità di porre domande interessanti, di stimolare la curiosità senza necessariamente offrire soluzioni. Così facendo cerco di relazionarmi con te in modo orizzontale, e spero che anche a te sia così.

Allora come riconosciamo le relazioni spirituali verticali? Ecco la mia lista di segnali di pericolo, ne riconosci qualcuno nella tua vita?

1. L’insegnante afferma di avere un dono, un migliore accesso allo Spirito e alla verità rispetto a te e i suoi insegnamenti non sono aperti alla sfida o alla possibilità di errore.
2. Le loro opinioni affermano di basarsi su insegnamenti senza tempo, forse nascosti, a cui le persone “normali” non possono accedere.
.3 Non c’è spazio per le vostre opinioni, esperienze, formazione o intuizioni. Se suggerisci qualcosa, potresti anche sentirti dire che hai problemi con l’autorità o che stai canalizzando gli spiriti.
4. Questo rifiuto del tuo senso di verità ti spinge a concedere la tua autonomia e i tuoi valori personali. Affidi la tua verità al leader/insegnante/terapeuta.
5. I confini sessuali possono essere superati.
6. È necessario un impegno finanziario estremo come prova della tua dedizione. Potrebbero dirti che se vuoi spendere soldi, ad esempio, per un intervento chirurgico salvavita, perché non dovresti spenderli per il tuo sviluppo spirituale? Se metti in dubbio il costo ti viene detto che hai un problema con la coscienza della scarsità e il tuo chakra della radice.
7. Ci sono promesse di ricompense spirituali gerarchiche che portano alla salvezza personale.
8. Potrebbe esserti insegnato che coloro che non seguono questo percorso soffriranno in un grande giorno di resa dei conti o di separazione globale.
9. La sofferenza e il sacrificio sono incoraggiati come percorso verso Dio o guarigione
10. I soci vengono espulsi per inadempienza come esempio per gli eventuali esitanti.

La relazione tra cliente e terapeuta può sembrare intrinsecamente più sicura che far parte di un movimento spirituale, ma i rischi continuano ad essere presenti. Potrebbero esserci dei confini più chiari, ma il terapeuta detiene intrinsecamente un potere fondamentale e deve usarlo per consentire al cliente di trovare il proprio vero percorso di guarigione piuttosto che imporglielo. Ciò aiuta a mantenere la relazione orizzontale, con il terapeuta a sostegno degli obiettivi scelti dal cliente e del processo di guarigione piuttosto che al controllo di esso.

Il terapeuta deve percorrere un percorso delicato, ricco di sfumature, e fare attenzione a non cadere nel “soccorritore” o nel “regista”. È una sfida costante garantire che sia il cliente a sentire la propria saggezza e il proprio potere, non i terapisti.

Con amore

Andrea

Facilità, sfida e sofferenza

Risonatori

“Volevo solo dirti con quanta forza sento l’energia che esce dai risonatori Quantum K! Wow! Wow! Wow! (visto che ne ho ricevuti 3). Comunque, grazie! Stavo già ronzando, ma questi sono fantastici! Mary Elizabeth.

L’offerta speciale di questo mese è diversa: la possibilità di vincere il tuo ordine. Per tutti coloro che effettueranno un ordine di risonatore entro la chiusura di martedì 8 aprile, metterò il loro nome in un cappello ed estrarrò casualmente un vincitore. Rimborserò quindi completamente il costo del loro ordine di risonatore! Sarà un ordine piccolo o grande? Ti farò sapere il mese prossimo. Acquista risonatori

Libro: “Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro”
“L’energia ha iniziato a fluire non appena ho iniziato a leggere la prima sezione e ha continuato finché non mi sono fermata, come se il semplice atto di leggere fosse un processo di guarigione. È stato stupefacente!” Fiona F, Inghilterra

Un grande ringraziamento a tutti coloro che hanno sostenuto questo progetto. Ho ancora alcuni materiali della tiratura originale e quando saranno esauriti passerò alla “stampa su richiesta”, che presenta vantaggi in termini di distribuzione ma è inevitabilmente di qualità inferiore. Se vuoi goderti un prodotto della massima qualità, firmato personalmente se lo desideri, ora è il momento di ordinare: acquista il libro

Il tema di questo mese: facilità, sfida e sofferenza.
L’idea mi è venuta come tema una notte recente. La luna piena portò le volpi nei campi intorno a noi e il nostro cane si agitò così freneticamente che vomitò su tutto il tappeto. A nostra figlia è venuta la febbre che ci ha tenuti svegli per parte della notte, il bagno si è rotto e il vento ha spazzato via le mie nuove campane vegetariane attraverso il giardino.

Queste erano piccole sfide nello schema generale delle cose, ma potevo davvero sentire la stretta relazione tra la tranquillità di quel giorno e la sfida di quella notte.

Ho disegnato una carta dei Tarocchi e ho ottenuto Temperanza: l’essenza della moderazione e della ricerca dell’equilibrio tra le energie della facilità e della difficoltà. Ci ha chiesto di esplorare come manteniamo l’equilibrio quando ci troviamo di fronte alle inevitabili sfide della vita. Come affrontiamo il facile e il difficile con equanimità?

Ho viaggiato sciamanicamente verso il mito e mi sono state mostrate le scale dell’equilibrio, con il suggerimento che il pianeta terra rimane in equilibrio quando c’è un’appropriata presenza di facilità e difficoltà. La dolcezza dell’esistenza umana dipende dalla tela contestuale che portano e dal modo in cui ci relazioniamo con loro.

Ho esplorato se questo punto di equilibrio richiedesse una corrispondenza identica delle due energie e mi è stato detto “no”, che l’Universo, o almeno la nostra parte di esso, ha una leggera tendenza verso la luce e l’espansione della coscienza, quindi una tendenza verso ” Amore’.

Ciascuno è essenziale per l’altro ma, senza indebite influenze, il viaggio della nostra anima dovrebbe portarci più vicini a Dio e allo Spirito, non più lontani.

Questo mi ricorda l’insegnamento del Buddha, secondo cui la via di tutta la sofferenza è il desiderio, descritto sotto i tre titoli di avidità e desiderio, ignoranza e illusione, odio e impulsi distruttivi. Quando superiamo i nostri desideri oscuri, possiamo trascendere la sofferenza.

I problemi degli ultimi 200.000 anni, che potremmo chiamare “storia recente” in un quadro più ampio, sono iniziati quando una persona ha visto la fattoria del suo vicino e la voleva. Era iniziata l’era del “taker”, un periodo storico ancora attivo in cui i potenti prendono dagli impotenti e hanno accesso e influenza prioritari a beni e servizi, informazioni, medicine e supporto legale.

Quando ho chiesto allo Spirito nel mio viaggio cosa avrebbe riportato questa situazione all’equilibrio naturale, mi è stato detto l’energia dell’”uguaglianza”. Questo ha senso per me, la rotazione completa della nostra specie verso quel luogo originale di armonia in cui vivevamo tutti nel giusto rapporto gli uni con gli altri, quando condividevamo l’abbondanza della natura con moderazione, prendendo ciò di cui avevamo bisogno e niente di più. Un ritorno a questi valori significherebbe un ritorno all’amore e a un mondo di pace in cui i vicini vivono in armonia tra loro, senza invidia o ombre del desiderio.

Quindi, con un altro cenno agli insegnamenti buddisti, se possiamo accettare che la sfida e la difficoltà sono una parte naturale e necessaria dell’esperienza umana, allora forse possiamo imparare ad accoglierla per i doni che potrebbe contenere, affrontando le nostre sfide e il nostro agio con equanimità. Quanto più dolce potrebbe sembrare la vita se le nostre difficoltà potessero essere viste non come punizione karmica o penitenza per il nostro basso valore intrinseco, ma semplicemente come gli aspetti pratici della vita sul pianeta terra? Non è personale, è semplicemente la vita.

Nel mio piccolo mondo, il nostro tappeto è di nuovo pulito e il nostro border collie più rilassato. Mia figlia sta bene, le campane vegetariane sono tornate e abbiamo un nuovissimo set di aste per la pulizia degli scarichi.

Si tratta sicuramente di questioni minori, ma sento che è importante celebrare, con profonda gratitudine, il privilegio della mia vita relativamente sicura e abbondante. Mi impegno anche per onorare la visione che, un giorno, questo sarà disponibile per tutti noi.

Con amore

Andrea

Dove sono finite le nostre guide?

Risonatori

Quest’anno ho ricevuto diverse richieste di ordini all’ingrosso in modo che i privati possano acquistare tramite un distributore più locale o come parte di una cooperativa. È stato meraviglioso il mese scorso fornire 80 confezioni a una cooperativa con sede nel New Jersey negli Stati Uniti. Posso offrire sconti oltre i prezzi pubblicati per grandi ordini poiché i costi di spedizione sono molto più bassi, quindi se questa idea ti piace, contattaci.

Nel frattempo, l’offerta speciale di questo mese è un’estensione di quella del mese scorso. Se acquisti 2 o più pacchetti di risonatori entro la fine di mercoledì 13 marzo, ti darò accesso gratuitamente alla versione narrata dell’esperienza Quantum K, del valore di £ 11. È un modo potente e pratico per accedere al potenziale di guarigione di questo sistema, lontano dallo schermo del computer.

Tema di questo mese: dove sono finite le nostre guide?

Recentemente mi sono sintonizzato con il gruppo di supporto spirituale di un cliente e ho chiesto informazioni sulla composizione del suo “pannello del Sé Superiore”. Può essere interessante stabilire con quante guide ciascuno di noi collabora e quali sono le loro doti. Mi ha incuriosito scoprire che non ne aveva. C’era ancora molto supporto disponibile attraverso il regno angelico e superiori, ma nessuna guida in quanto tale.

Quella notte ho controllato quante guide avevo a sostenermi e ho scoperto che, allo stesso modo, non ce n’erano. Se questo è uno schema più ampio e non una semplice coincidenza, perché potrebbe essere così?

Per capire cosa potrebbe essere in gioco qui, dobbiamo esplorare il quadro più ampio e capire dove potremmo essere tutti diretti.

Se guardiamo le antiche profezie, vediamo che siamo nell’era in cui ci si aspetta che la coscienza umana si espanda al suo massimo potenziale, dove i veli tra cielo e terra si assottigliano, forse addirittura si fondono. La Bibbia si riferisce a questo in termini che possono essere letti come apocalittici ma anche potenzialmente come un momento di grande transizione e potenziale. nella Bibbia, Matteo 24:39 fa riferimento alla fine dei tempi, ed ero particolarmente interessato alla sezione che dice:

“il sole si oscurerà,

e la luna non darà la sua luce;

le stelle cadranno dal cielo,

e i corpi celesti saranno scossi».

Se lo guardo sciamanicamente, il sole è visto come un simbolo del Grande Spirito. Se il sole si oscura, significa che perderemo quella connessione con la versione esteriorizzata di Dio? E poi “le stelle cadranno dal cielo” come parte dello sconvolgimento dei cieli.

Cosa rappresentano le stelle in queste immagini? Quando ho viaggiato sciamanicamente ho visto quelle stelle come anime individuali, e quando ho guardato nell’oscurità del cielo notturno senza sole o luna, ho visto una bellissima visione, come una pioggia di meteoriti, di granelli luminosi di luce stellare che scendevano sulla terra. e atterrare qui. Le stelle che cadevano dal cielo erano un segno di nuove possibilità, non di disastro.

Proprio accanto a me, una versione di me stesso, una parte della mia superanima, è atterrata e sono stato invitato a fondermi con quell’essenza. Mi è sembrato un vero dono, parti della mia anima che precedentemente sedevano nello Spirito sono entrate nel mio corpo, qui per aiutarmi a guidarmi dall’interno, non dall’esterno.

Ciò sembra in linea con molte profezie antiche e con alcune credenze della New Age, secondo cui questa nuova era per la nostra specie non sarà guidata dall’apparizione di un profeta ma dalla transizione di tutti noi in un luogo più elevato di coscienza e amore, chiamiamolo così. ‘ascensione’ se lo desideri.

Tornando alla mia domanda iniziale, se le nostre guide stanno facendo un passo indietro per alcuni o tutti noi, cosa significa questo come parte di un quadro più ampio? Non vedo alcun vantaggio evidente nell’escludere il consiglio di anziani saggi, quindi presumo che ci sia un bisogno energetico che la nostra superanima spirituale contenga solo il seme della nostra essenza.

Forse questo fare un passo indietro delle nostre guide libera la nostra energia superanima per fare una discesa pulita nel nostro sé incarnato. Potrebbe anche consentire una connessione più pura tra la parte di noi che risiede nello Spirito e la parte di noi incarnata nel regno fisico.

Questa connessione più profonda potrebbe anche spiegare perché abbiamo bisogno della nuova griglia di coscienza a cui ho fatto riferimento nelle newsletter precedenti. Potrebbe agire come un ponte tra le alte vibrazioni dello Spirito e la densità del nostro sé incarnato.

In termini sciamanici, il viaggio dell’anima si svolge a nord e l’esperienza fisica a sud, quindi una griglia di coscienza di nuove credenze ed etiche potrebbe trovarsi al centro a ovest, migliorando le esperienze spirituali e fisiche che si trovano sopra e sotto. .

Questa è solo la mia sensazione. Per favore sentitelo tu stesso e se ti senti ispirato, forse chiedi al tuo Sé Superiore se è appropriato, e nell’interesse più alto di tutti gli esseri, che più energia della tua anima nello Spirito entri nella versione di te qui incarnata. È tempo di richiamare più della tua anima in modo da poter essere guidato e ispirato da una fonte più profonda di saggezza interiore?

Con amore

 

Andrea

Vivere con i miracoli

Sono costantemente stupito, e leggermente confuso, dal modo in cui lo Spirito mi dà l’ispirazione dietro ogni newsletter. A volte è attraverso gli allarmi delle auto e le radio che si spengono nel cuore della notte, questa volta attraverso un gioco da tavolo.

Stavo giocando con mia figlia a un gioco per bambini chiamato “outfoxed”. L’obiettivo è trovare la volpe che ha preso la torta prima che ritorni nella sua tana. È arrivato il mio turno e tutti e 3 i dadi hanno mostrato il simbolo che volevo la prima volta – con una probabilità del 50/50 su ciascuno, ovvero una probabilità complessiva di 1 su 8. Un inizio fortunato! Il turno successivo l’ho fatto di nuovo e ho iniziato a parlare con mio figlio di 5 anni di quanto fosse improbabile: 1 possibilità su 64.

L’ho fatto altre 3 volte di seguito (i miei calcoli mentali erano ormai sopraffatti da tempo, ma le probabilità che ciò accadesse erano estremamente rare).

La mia sensazione è che fossi stato invitato a esplorare un mondo in cui possiamo vivere oltre la probabilità, le norme, le medie e le probabilità. In questo mondo, diamo energia al risultato che desideriamo piuttosto che a quello che più probabilmente accadrà, e così facendo apriamo la porta a miracoli regolari e genuini.

Questo è molto sciamanico in sostanza – percorrere il sentiero della certezza – con l’idea che deve esserci solo un filo su mille che ci dia ciò che vogliamo, dobbiamo solo assicurarci di afferrarlo….

Ecco come credo che possiamo sconfiggere le probabilità matematiche:

1. Negare il potere della probabilità.

Sono sicuro che hai sentito frasi come:

– “Dovresti aspettarti di rallentare alla tua età”

– “Il tuo matrimonio ha una probabilità 50/50 di finire con un divorzio”

– “Con la tua storia familiare, sei maggiormente a rischio di malattie…”

– ‘L’amore è difficile da trovare una volta raggiunta una certa età’

Se senti di essere limitato dalle statistiche, notalo e dì “Rifiuto quell’energia, non sono un numero!”

2. Stabilisci un’intenzione chiara

Credo che ci siano linee guida che ungano le ruote della creazione miracolosa:

a) Il miracolo che desideri non dovrebbe avvenire a spese di nessun altro.

b) Deve essere chiaramente per il tuo bene superiore e per tutti gli esseri ad un certo livello

c) Se possibile, mantienilo nella sostanza, non nella forma esatta, scegli “sentirti abbondante” piuttosto che “vincere 1 milione di sterline”.

3. Elimina eventuali blocchi a tale intenzione

Le nostre convinzioni limitanti, le dinamiche familiari, la cultura e la storia personale possono tutti influenzare il nostro potere creativo, così come la crudeltà dell’oppressione sociale. Usa tutti i tuoi strumenti di guarigione – Quantum K e il mio libro se lo desideri – in modo che la tua intenzione non sia limitata dalle energie non guarite che sono sotto il tuo controllo.

4. Tagga il risultato previsto

Questo è l’aspetto principale che voglio esplorare. Quando ho viaggiato sciamanicamente per chiedere informazioni sui miracoli mi è stata mostrata una serie di scatole identiche, ciascuna con contenuti diversi all’interno, ma una era piena del mio miracolo.

Sembravano tutti uguali, quindi, per evitare che il mio miracolo venisse confuso e perso nel caos della vita, l’ho etichettato con un nastro rosso e poi l’ho restituito allo Spirito. In un modo che non riesco a spiegare completamente, il nastro sembrava aiutare lo Spirito a coltivare l’intenzione e a portarla a compimento.

Ho avuto molti di questi miracoli, alcuni emozionanti, altri molto banali, ma tutti collegati dall’estrema improbabilità che accadano. Sono arrivato ad aspettarmi l’improbabile; in qualche strano paradosso la “coincidenza estrema” è la mia normalità. Questa è forse l’essenza della sincronicità in azione, seguendo il percorso tracciato dall’estremamente improbabile quando si presenta.

Ad esempio, dopo anni di viaggio nel campo della fertilità, abbiamo dovuto chiederci se dovevamo continuare a fornire l’energia mentale ed emotiva richiesta. Il mio partner ha celebrato una cerimonia per consegnare i nostri sogni al regno angelico, chiedendo un segno che questo percorso fosse ancora allineato al nostro bene supremo. La mia compagna adora le rane, quindi ha chiesto che le venissero mostrate come segno positivo, essendo la rana l’equivalente del nastro rosso che mi veniva mostrato nella mitologia.

Diverse settimane dopo, entrò a casa di un amico e vide il disegno di una rana sul muro e una maschera da rana sopra un letto. Pochi giorni dopo, in un’altra casa c’era una rana giocattolo seduta nella vasca da bagno.

Lo slancio stava crescendo. Il messaggio finale è arrivato a marzo, quando stavamo tutti giocando a “passa il pacco” a una festa e la musica si è fermata alla fine del gioco con il mio partner che teneva in mano il pacco. Lei staccò lo strato di giornale per rivelare un calendario… (un po’ sconcertante dato che ormai eravamo già in pieno anno) … e mentre passava al mese successivo, aprile, c’era un animale speciale che ci “ribatteva”.

Abbiamo concepito ad aprile. Le probabilità contro tutte quelle coincidenze erano contro di noi, eppure, proprio come nel lancio dei dadi, in qualche modo è successo. È stato il nostro miracolo.

Quindi, se ti sembra giusto, per favore dona allo Spirito i miracoli che desideri. Chiedi un segno per mostrarti che stanno arrivando e arrenditi alla magia e al mistero.

Con amore

Andrea

Scrivere la tua storia

Risonatori

“Posso già sentire la differenza nell’energia del mio corpo. Succede così velocemente? Sono tutto il giorno attorno al computer e al telefono. Ho acquistato vari cristalli, scudi, ecc. nel corso degli anni. Niente è stato così tangibile come questo. Sono MERAVIGLIOSO e grato.” Ginni

I risonatori rimangono poco costosi e potrebbero potenzialmente fare una grande differenza per il tuo benessere. Ti stai perdendo qualcosa? Costano solo £ 11 per confezione da 3, inclusa la spedizione in tutto il mondo, con sconti per ordini più grandi.

Offrirò il mio consueto bonus mensile per la newsletter, quindi se vuoi acquistarne qualcuno, aggiungerò un pacchetto gratuito a tutti gli ordini di 3 o più pacchetti, l’offerta termina alla fine di sabato 13 gennaio. Acquista risonatori

Libro: Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro

“Questo è un dono inestimabile. Il primo paragrafo, quando l’ho aperto, mi ha davvero colpito. Non posso dire a parole quanto sia straordinario che tu abbia scritto il suo libro e averlo lì per noi da leggere. E soprattutto, è scritto molto bene e il materiale è profondo”. Tanya

Acquista libro

Scrivi la tua storia

Non so voi, ma io sono stanco che i media mainstream mi dicano cosa dovrei pensare e di cosa dovrei avere paura dopo. Ho persino dovuto cancellare la mia licenza televisiva dopo aver visto cosa sta facendo la BBC per stabilire una narrazione globale concordata su ciò che è la “verità” e la “scienza”. Iniziativa Trusted News.

Dobbiamo solo osservare come ciò ha funzionato durante la pandemia per vedere quanto sia pericoloso quando tutti i principali mezzi di informazione condividono esattamente la stessa narrazione, quando le convinzioni ridicolizzate all’epoca come teorie del complotto si sono poi dimostrate vere pochi mesi dopo. È scomodo per me lasciare la BBC, ma devo essere fedele ai miei valori e, se un numero sufficiente di persone taglia il sistema, allora può avvenire un vero cambiamento.

Collegato a questo tema, questo mese voglio condividere una storia personale, sulla scuola di mia figlia. È l’unico sistema educativo alternativo disponibile a Bristol, fondato sui principi Steiner/Waldorf, dove il gioco è onorato, gli stili di apprendimento unici dei bambini hanno la priorità e la natura è celebrata. L’apprendimento è divertente e la tecnologia è lasciata al cancello.

Questo modello è endemico in molti sistemi europei con benefici comprovati, ma qui nel Regno Unito il nostro governo spinge per un’istruzione formale guidata dagli insegnanti fin dalla tenera età, con valutazioni regolari e grandi aspettative. Sospetto che l’obiettivo sia quello di generare buoni dipendenti, seguaci piuttosto che liberi pensatori, quindi è necessario un cambiamento fondamentale se vogliamo evitare che la nostra prossima generazione subisca il lavaggio del cervello come è successo alla mia. Rispetto davvero gli straordinari insegnanti dell’istruzione tradizionale, sono così devoti e compassionevoli, ma credo che siano soffocati dalle esigenze del sistema in cui lavorano.

In questo contesto, siamo rimasti tutti scioccati quando gli amministratori hanno annunciato la chiusura della scuola alla fine di quest’anno accademico. La maggior parte dei genitori è cresciuta all’interno di questo sistema educativo, quindi è abituata a mettere in discussione ciò che viene detto loro dall’autorità. Nel giro di una settimana, nonostante tutte le distrazioni delle festività natalizie, si è formato un gruppo di lavoro di 50 genitori che hanno apportato le loro varie competenze al marketing, alla raccolta fondi, all’uso dei locali, alle questioni di governance, ecc.

Prima che l’inchiostro sull’annuncio della chiusura si fosse completamente asciugato, la casa madre ha rilasciato un risultato alternativo, è stata avviata una campagna sui social media, sono stati analizzati i conti, proposti modelli finanziari alternativi e una contro-narrazione lanciata con i media mainstream. Tutto in 7 giorni.

È stato straordinario da guardare e, qualunque sia il risultato finale, dimostra cosa è possibile quando persone motivate e appassionate si uniscono per condividere la loro esperienza in una visione condivisa. Se potessimo applicare questo livello di energia a livello più globale, cosa sarebbe possibile?

Ho viaggiato sciamanicamente per esplorare questa dinamica. Mi è stata mostrata un’immagine del pianeta Terra dallo spazio che si divide in due, non come una cellula si divide ma come un serpente che cambia pelle. Ho visto la vecchia terra, disabitata e sterile di tutto tranne che delle sue energie e dei suoi sistemi di potere più obsoleti, svanire nel tempo e nello spazio.

Ho letto previsioni sull’apparizione di una nuova terra, ma ho sempre resistito all’idea che sarebbe stata lì solo per i “degni” o per coloro che hanno “fatto il lavoro”. Preferisco questa immagine in cui il nuovo mondo emerge dal vecchio e tutti gli esseri viventi lo accompagnano. Non c’è giudizio o separazione, solo nuovi inizi e una nuova griglia energetica che mantiene la sua essenza creativa, come ho discusso il mese scorso.

Adoro l’immagine di un serpente che cambia la pelle. Per me significa diverse cose:

Prima di tutto, sciamanicamente, il serpente detiene lo spazio del sud, del letterale, del qui e ora e del fisico. Ciò suggerisce uno spostamento verso una nuova realtà pratica, non solo un luogo in cui ci sentiamo diversamente, ma dove guardiamo e ci comportiamo in modo diverso con nuovi modelli di benessere.

Vedo anche il serpente che cambia pelle come un atto di comunità e di sforzo allineato. Come esseri umani anche noi cambiamo pelle, ma le nostre cellule lo fanno individualmente, senza un ritmo o un rituale evidente. Al contrario, un serpente segue un ciclo in cui nuove cellule della pelle si formano contemporaneamente pronte ad emergere come una sola, rilasciando le vecchie cellule in un’unica azione, lasciando dietro di sé una versione completa ma obsoleta di se stesso.

Vedo un momento in cui gruppi di persone in modo indipendente ma contemporaneamente dicono “basta” e il comportamento cambia in tutto il mondo, apparentemente in uno sforzo coordinato ma tenuto da fili di tempismo ed energia sacri, non da una grande campagna sui social media. L’energia di questo slancio diventa irresistibile e la vecchia pelle dei centri di potere obsoleti cade in un unico pezzo.

La mia idea finale qui riguarda ciò che esattamente deve essere cambiato. Ritieni che i tuoi valori fondamentali siano rappresentati nei centri di potere o nei decisori che dovrebbero supportarti? Ci sono governi, organi di stampa tradizionali o grandi aziende che ti rappresentano davvero più? Non sto dicendo che possiamo prosperare senza governance e struttura, ma vedo una divergenza tra “noi” le persone e “loro” i simboli del potere. Quello strato di pelle è pronto per essere lasciato cadere affinché sotto possa emergere un nuovo modello di governance, che rappresenti veramente tutti noi e i nostri valori condivisi. Lo senti?

Nel mio viaggio, mi sono chiesto a che punto siamo tutti nel mutare la nostra pelle planetaria. Mi è stata mostrata un’immagine della pelle completamente nuova pronta sotto la superficie di quella vecchia, con la vecchia pelle che iniziava a spaccarsi sotto la testa pronta per essere cambiata. Vorrei davvero poter fissare una data a questo, quando tutto ciò che mi è stato mostrato di recente potrebbe accadere, ma semplicemente non credo che quell’informazione sia a nostra disposizione, dobbiamo solo mantenere la visione che questo cambiamento l’equità e la compassione si realizzeranno e quindi intraprenderemo qualsiasi azione possibile per renderla realtà.

Con amore

Andrea

Supporto spirituale per un cambio di paradigma

All’inizio di questo mese ho suggerito modi per aiutare ognuno di noi ad avere un’influenza positiva sul mondo che ci circonda. Questi sono importanti, ma sono fondamentalmente contrari al modo in cui siamo governati. Se vogliamo vivere in un mondo di benessere – dove la comunità, l’uguaglianza e la pace sono stati naturali dell’essere per tutti noi – allora è necessario un cambiamento di paradigma.

Questo cambiamento deve avvenire dentro di noi come esseri umani in modo che un mondo più amorevole possa essere creato da una nuova risonanza, e qualsiasi azienda o governo che operi con sistemi di valori diversi troverà la marea che scorre contro di loro. Dovranno cambiare per sopravvivere.

Una questione chiave che vedo attualmente nell’umanità è la nostra capacità di accettare un sistema di valori autoritario rispetto al nostro. In molti modi, si tratta di un meccanismo di sopravvivenza, un desiderio di allinearsi con chiunque detenga il potere per evitare di essere rifiutati, spesso descritto come “servile” o “amichevole”. Ciò può portare a una “mente alveare” in cui gli individui formano e aderiscono alle credenze centrali del gruppo.

Probabilmente hai anche sentito parlare del controverso “esperimento Milgram” in cui le persone erano pronte a fulminare un soggetto in un’altra stanza fino al punto di soffrire estrema sofferenza solo perché un tecnico di laboratorio in camice bianco gli aveva detto di farlo.

Per me, questa capacità di rinunciare al nostro potere morale è la barriera a un completo cambiamento di coscienza. La forza della nostra risposta alla paura significa che possiamo essere pronti a seguire chiunque dica “incolpalo” o “fai questo e sopravvivremo” senza ascoltare quella voce interna di amore e sfumature. Credo che gli esseri umani si stiano risvegliando lentamente, ma cosa ci vorrà per un cambiamento di paradigma in cui la maggioranza di noi dice “no” a questa dualità pensando, giusto e sbagliato, loro e noi, più è meglio, ecc.?

Per trovare la risposta, credo che dobbiamo guardare al lavoro di pionieri come Rupert Sheldrake e alle sue teorie sulla risonanza morfica e sul campo morfogenetico. Secondo lui il modo in cui le nostre cellule si esprimono è determinato solo parzialmente dalla genetica, più da un modello energetico che si trova al di fuori di noi stessi.

Questo è un campo vivo, in evoluzione, che racchiude memoria e istinto e può spiegare come un banco di pesci e un mormorio di storni possano muoversi all’unisono e come gli animali apprendano naturalmente come specie da una scoperta individuale.

Ci sono campi morfici per noi come individui, (ferite che possono farci ammalare) campi per le nostre famiglie (ecco perché la guarigione delle costellazioni familiari funziona) per le culture (perché potremmo avere un’affinità naturale con le tradizioni della nostra terra) e campi per la nostra specie (motivo per cui generazione dopo generazione condividono valori fondamentali simili).

La dolce evoluzione dei campi morfici può spiegare perché i nostri figli sembrano adattarsi alla tecnologia moderna molto più rapidamente di noi e anche l’effetto Flynn, per cui otteniamo punteggi più alti nei test del QI rispetto ai nostri antenati 100 anni fa.

Il problema per me è che, sebbene questi campi energetici stiano cambiando con la crescita di ognuno di noi come individui, ciò avviene in modo relativamente lento e alcune delle impronte della paura e della colpa sono così radicate che potrebbero diventare più forti anziché indebolirsi. È necessario qualcosa di drammatico se l’umanità vuole evolversi abbastanza rapidamente da affrontare con amore tutte le minacce esistenziali che dobbiamo affrontare.

A questo punto, vorrei condividere come mi è venuta l’ispirazione per la newsletter. In passato, mi sono stati dati suggerimenti per “sintonizzarmi” attraverso apparecchiature elettroniche che si comportavano in modo insolito, quindi quando la mia sveglia ha iniziato a suonare la radio in un momento casuale della notte, c’era un indizio che qualcosa richiedeva la mia attenzione.

Sfortunatamente, l’ho semplicemente spento e me ne sono dimenticato. 2 giorni dopo, un allarme antincendio è scattato nel cuore della notte senza motivo. Ho cambiato la batteria. Pochi giorni dopo, nelle prime ore del mattino, è scattato un altro allarme antincendio. Avevo le batterie scariche quindi ho semplicemente tolto la batteria e l’ho lasciata. Non stavo ancora “ascoltando”. Alla fine, poiché chiaramente il messaggio non mi arrivava, l’allarme della nostra macchina è scattato all’una di notte. Ci siamo svegliati tutti di soprassalto, ma non c’era una ragione ovvia per questo. Finalmente ho capito che qualcuno o qualcosa voleva la mia attenzione.

Mi sono immediatamente sintonizzato e ho viaggiato sciamanicamente negli inferi. Mi sono stati mostrati campi di energia in tutto il pianeta, in una gamma di colori vivaci e disegni geometrici. Tra queste strutture consolidate, potevo vedere lo scheletro, in mancanza di una parola migliore, di un nuovo campo energetico ancorato in tutto il mondo attraverso pilastri che sembravano emergere da luoghi sacri esistenti.

Questa griglia non è ancora in linea, pulsa solo occasionalmente, ma si è rivelata fondamentalmente completa e la mia sensazione è che annuncerà il cambiamento di paradigma di cui abbiamo bisogno, una rivoluzione nella coscienza dell’umanità piuttosto che un’evoluzione. Rappresenta l’opportunità per una rinascita in un’età dell’oro, l’adempimento delle profezie di molti popoli indigeni, ad esempio i “pachacutti” per lo sciamano peruviano o i “Powateoni” per gli anziani Hopi.

Cosa darà vita a questa griglia? Nel mio viaggio, mi è stato mostrato un bagliore proveniente dal nostro sole, una scintilla di energia abbastanza potente da illuminare il nuovo campo di coscienza e alterare i nostri istinti collettivi in un momento. Ciò creerebbe un punto di svolta per la nostra specie in cui potremmo finalmente unirci in valori globali condivisi di pace e uguaglianza.

Sono curioso di sapere se un tale brillamento solare avrebbe un impatto sulla nostra tecnologia: un aumento della coscienza potrebbe coincidere con una riduzione della nostra dipendenza dalla tecnologia e da Internet? Vedremo. Ho cercato l’attuale attività solare su Internet e ho scoperto che il ciclo solare 25 è più potente del previsto e potrebbe raggiungere il picco in qualsiasi momento adesso, e non nel 2025 come originariamente previsto. Potrebbe essere rilevante? Oppure il cambiamento potrebbe derivare da venti solari più forti del solito?

Questo è proprio quello che ho visto nel mio viaggio e con la mia rabdomanzia. Potrebbe essere metaforico, potrebbe non risuonare con te, ma mi fa sperare che le difficoltà che incontriamo vivendo insieme in armonia come specie potrebbero diventare più facili.

Prego che questa visione sia accurata e che io viva per vederla manifesta.

Con amore

Andrea

Come posso fare la differenza?

Il mese scorso ho accennato a come la spiritualità richieda azione oltre che buone intenzioni. Voglio approfondire questo concetto perché è una questione chiave dei nostri tempi. Cosa possiamo fare per aiutare il mondo a diventare un luogo più amorevole?

Riassumerò le risposte che ho ricevuto a questa domanda attraverso il mio viaggio sciamanico e la rabdomanzia. La mia prospettiva ha valore solo se risuona con te, quindi per favore prendi ciò che vuoi da queste parole e niente di più.

Mi sono stati mostrati 3 livelli di azione personale, quindi 3 aree in cui possiamo fare la nostra parte per il cambiamento globale. Mi aspetto che tu possa aggiungere molti altri esempi, questo è solo il mio elenco per innescare una riflessione più profonda:
1. Vita personale ponderata
– Gratitudine per tutto ciò che apprezziamo nella nostra vita
– Praticare la moderazione
– Un impatto leggero sul pianeta, quindi un uso gentile delle risorse di cui disponiamo: emotive, spirituali e materiali.
– Un’impronta di viaggio leggera
– Approvvigionamento alimentare locale
– Conoscere l’impronta etica di tutti gli acquisti
– Dare priorità alla cura personale
-Profonda connessione con la natura
– Lavorare per vivere in allineamento con i propri sistemi di valori
– Gentilezza delle parole

2. Presenza comunitaria
– Essere un buon vicino, andando oltre il proprio nucleo familiare e raggiungendo la comunità più ampia
– Muoversi verso uno stile di vita che celebri e includa tutti i bambini, non solo il tuo. Ciò richiede un atteggiamento comunitario piuttosto che competitivo nei confronti della genitorialità, creando il “villaggio” necessario per crescere i nostri figli.
– Lavoro al servizio della tua comunità, considerando come possiamo collaborare tutti nella coltivazione del cibo, nella condivisione della terra, nella cura dei bambini, nel gioco e nello sviluppo personale.
– Onorare il lignaggio e la cultura della propria famiglia e quella degli altri. Vivere in modo da vedere come culture diverse possano lavorare insieme e condividere le forze per sostenere il mondo in unità.
– Condividere la tua saggezza ed esperienza, riconoscere le abilità che possiedi e renderle disponibili agli altri, siano esse pratiche, creative, spirituali o di cambiamento del sistema.

3. Influenza globale
– Proteste e inadempienze ove necessario
– Donazioni di beneficenza quando possibile
– Petizioni
– Scrivere ad aziende, politici e altri leader laddove non rappresentano pienamente i tuoi bisogni o valori
– Preghiera e mantenimento della visione, assicurando che i risultati a cui si dà energia siano mantenuti liberamente, evitando così il rischio di condensare ciò che non possiamo conoscere o comprendere pienamente in un’idea finita di ciò che è buono o cattivo, giusto o sbagliato.

L’obiettivo di queste azioni è creare una piattaforma di energia che mantenga uno spazio per il mondo in cui potremmo desiderare di vivere, che suggerirei per la maggior parte di noi non è il mondo come esiste attualmente.

Quando ho viaggiato sciamanicamente, mi è stato mostrato un fiume che scorre veloce, con l’acqua che rappresenta il potere quasi irresistibile delle attuali narrazioni di paura, avidità, dogma, disuguaglianza e disperazione. Le persone facevano rafting lungo il fiume e, seguendo la corrente, sembravano avere un’esperienza relativamente gestibile. Altri resistevano alla spazzata e si aggrappavano ai rami degli alberi che sporgevano dalla riva.

Mi è stato mostrato che coloro che cercano di vivere con amore e rispetto in questo momento possono solo mantenersi sull’orlo del torrente perché è difficile sfuggire completamente al suo potere. Questo luogo di transizione è una buona opportunità per cercare coalizioni che celebrino le nostre differenze come punti di forza, non come fonti di paura.

Considerando l’immaginario nel suo insieme, si pone la domanda: cosa servirà alla maggior parte di noi per sfuggire al potente torrente di dinamiche tradizionali che cercano di tenerci intrappolati?

Per me, la via d’uscita può arrivare solo quando il torrente stesso viene fermato, così tutti possiamo uscire da quel particolare fiume e creare un nuovo percorso di nostra creazione. Ciò significa un cambiamento di paradigma, uno spostamento oltre ciò che la nostra amorevole compassione può ottenere da sola. Ha bisogno di un piano più alto.

Ho qualcosa di interessante da condividere al riguardo, ma per ora basta. Ho intenzione di rompere con le normali tradizioni e di inviare due newsletter questo mese, l’ultima tra 2 settimane, così potremo concludere l’anno con una nota di ottimismo e potenziale. Per favore, controlla la tua casella di posta.

Con amore

Andrea

Qual è lo scopo della mia anima?

Quantum K ha ormai 15 anni e mi sono appena reso conto di non aver mai aumentato i prezzi di nessun bene. Non voglio colludere con il sistema che continua a schiacciarci, quindi ho deciso di andare contro questa narrazione.

Fino alla mezzanotte di mercoledì 15 novembre, ripeterò l’offerta del mese scorso di un set extra gratuito di risonatori quando ordini due o più set. Voglio anche rendere pratico per te inviare ai tuoi amici un set all’interno delle loro cartoline di Natale, quindi aggiungerò 2 set gratuiti a qualsiasi ordine di 6 o più set. Ordina come al solito e aggiungerò gli extra manualmente agli ordini qualificanti.

Libro: Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro

“Quando leggevo il tuo libro, spesso mi venivano le lacrime agli occhi perché quello che scrivevi sembrava così vero. Toccato nel profondo della mia anima. Grazie mille per tutto quello che condividi con noi”. Si Lui

Il tema di questo mese: Qual è lo scopo della mia anima, perché sono qui?

Sento questa domanda così tante volte. Sento che vale la pena esplorarlo.

La questione principale per me non è la risposta alla domanda “perché siamo qui?” ma una comprensione della parte di noi che ha bisogno di chiederlo. Quando sentiamo le nostre vite dalla prospettiva dell’anima, credo che ciò che ci viene chiesto è l’espressione della nostra vera essenza, vivere nell’amore e nell’armonia ed esplorare come questo risponde alle sfide specifiche della nostra vita.

Potremmo avere temi che siamo qui per sperimentare, ma sono tutte sfumature che aiutano ad aggiungere contesto al nostro viaggio.

Le complessità sorgono quando la nostra mente e il nostro ego entrano in gioco. Per quanto meravigliosi ed essenziali siano, cercano di esplorare le differenze tra noi stessi e le altre persone e come potremmo essere “migliori” o “peggiori” di coloro che ci circondano.

Le nostre menti possono anche cercare di consolidare il viaggio dell’anima verso qualcosa di tangibile e misurabile, con chiare definizioni di successo e fallimento. Ciò può oscurare la semplicità dei desideri della nostra anima.

Le nostre menti portano anche le ferite dei nostri sistemi di credenze limitanti, dei nostri programmi familiari e delle narrazioni sociali. Se abbiamo una bassa autostima, potremmo cercare qualche ricerca sacra per convalidare la nostra esistenza. Potremmo prefiggerci – e persino raggiungere – un obiettivo impegnativo, ma è improbabile che sia sufficiente a soddisfare le nostre insicurezze di fondo. I risultati esterni raramente lo fanno.

Una linea guida che seguo è che se hai bisogno della convalida di un risultato per dimostrare il tuo valore, stai dicendo allo Spirito che non sei già quella persona, che questo valore si trova fuori di te. Questa energia di “mancanza” sosterrà quindi le tue esperienze. Anche se raggiungi i tuoi obiettivi, il successo non calmerà l’insicurezza fondamentale che sta al di sotto.

Quando scoprirai la verità su chi sei veramente, libero da tutte le false narrazioni che hanno informato la tua mente ferita, allora non avrai più bisogno di metterti alla prova. Ti divertirai a stare in quello spazio naturale del cuore e sarai più capace di mantenere quel potere in tutte le situazioni che ti cercano, per quanto difficili possano essere.

Scrivendo in questo modo, riconosco il rischio di rimanere intrappolato in un ‘bypass spirituale’, che si basa sulla positività tossica secondo cui tutto è ‘proprio come deve essere’, che l’amore e una visione positiva sono tutto ciò di cui abbiamo bisogno per il mondo. guarire.

L’autore Andrew Harvey parla di attivismo sacro e di “saggia azione radicale nel mondo”. Questa è la sfida per tutti noi in un mondo pieno di dolore.

Sì, aiuta a disimparare tutte le falsità che abbiamo interiorizzato e a trovare un luogo di amore pieno di sentimento dentro di noi, ma ciò non porta necessariamente a una vita di conforto e convenienza. Potrebbe anche creare il contrario perché il mondo non è allineato all’amore in questo momento, quindi più amore trovi dentro di te, meno sarai colluso con la crudeltà del mondo esterno.

Dovremmo essere indignati per ciò che la nostra specie sta facendo al mondo e agli altri; dovremmo essere portati alle lacrime dalla mancanza di compassione che vediamo intorno a noi, e poi agire in modo ponderato e informato dal fuoco che è acceso dentro di noi.

Quali cambiamenti sei pronto a fare per esprimere il tuo amore? Infrangerete le regole dove necessario? Accetterai gli inconvenienti per seguire ciò in cui credi? Difenderai i tuoi valori fondamentali e i diritti degli altri? Puoi farlo continuando ad amare te stesso e onorando i tuoi bisogni?

La questione di come dovrebbe esprimersi la spiritualità amorevole è così importante che la prossima volta condividerò più prospettive al riguardo.

Con amore

Andrea

Tema – cosa mi chiede lo Spirito oggi?

Voglio scrivere più personalmente questo mese nella speranza che alcuni temi del mio viaggio risuonino in qualche modo con te.

All’inizio di ogni giornata, quei primi minuti dopo il risveglio sono fondamentali per me. In quei momenti gentili e aperti pongo allo Spirito una semplice domanda: qual è il percorso più dolce per me oggi?

Indovino o sento le risposte che ricevo e le uso come base per pianificare le ore a venire. Ciò che percepisco è raramente grandioso, più l’equilibrio ideale tra lavoro, riposo e gioco per la giornata e come potrebbe apparire. Questa è la chiave se voglio onorare i miei ritmi e quelli del mondo che mi circonda.

Parte di questa guida arriva attraverso la saggezza del mio corpo. Il mio corpo mi mostra molto chiaramente dove sono fuori equilibrio. Ciò è particolarmente vero per gli alimenti. Ora sono un vegano un po’ riluttante. Sono vegetariano da 11 anni e lo trovo facile, ma recentemente il mio corpo ha reagito anche ai latticini e persino ai prodotti animali come la lana sui miei maglioni.

Essere completamente vegano è la scelta giusta per me, ma ha un costo. La mia sensazione è che, per me, il veganismo mi separa dal viaggio e dalla lavorazione degli animali d’allevamento, ma ognuno di noi deve elaborare la propria posizione al riguardo.

A proposito, la mia famiglia gestisce un piccolissimo rifugio per animali per alcuni animali da fattoria salvati. Sebbene le pecore, i maiali e le capre vivano una vita meravigliosa, sento che uno dei doni più grandi che facciamo loro è il diritto di morire alle loro condizioni. C’è una grazia e una sacralità in un animale che muore naturalmente che sembra tenere una luce nell’oscurità dell’allevamento commerciale globale.

Questo non è così facile come potrebbe sembrare. Escludendo i grandi predatori, neghiamo all’animale ferito o malato la morte naturale della predazione e quindi a volte dobbiamo prendere decisioni difficili su quando intervenire per alleviare la sofferenza.

Il nostro vicino immediato è un antico priorato medievale e la terra qui ha una presenza spirituale da almeno mille anni. Gli anziani spirituali di quei giorni erano forse meglio connessi alle energie della terra di quanto lo sia la maggior parte di noi oggi. Quando sceglievano un luogo per il loro culto, lo facevano con attenzione.

Adoro il modo in cui questa terra speciale contiene lo spazio per tutte le mie sessioni remote, la guarigione di gruppo e la realizzazione dei risonatori. Ogni risonatore è intriso della connessione con questa particolare parte di Gaia e con l’energia sacra che rappresenta.

Utilizzo la natura anche come specchio del mio stato di equilibrio. La presenza simbolica degli animali mi guida e agisce come un’influenza alchemica sulla mia vita. Ad esempio, il mese scorso ho trovato un bellissimo sparviero intrappolato nella rete.

L’ho rilasciato e l’uccello è volato via verso la sua libertà, forse a simboleggiare la mia stessa libertà a un certo livello. Per me, nell’ovest del Regno Unito, lo sparviero, il gheppio e la poiana occupano tutti lo spazio dell’Oriente sulla ruota della medicina, dove abbiamo la prospettiva della vita oltre i nostri viaggi individuali dell’anima, dove vediamo i fili che ci uniscono. insieme in un quadro più ampio. Se voglio che le mie newsletter abbiano un valore più ampio, devo scrivere in un modo che abbia un significato per molti di noi e che aiuti a connetterci con questo viaggio più elevato con cui tutti possiamo allinearci…

…il che mi porta a un problema con la mia ultima newsletter, in cui mi ero perso un aspetto essenziale di quella prospettiva più elevata. Nello scrivere sui dogmi culturali e religiosi sul sesso non ho menzionato direttamente la profondità di giudizio che esiste sulle relazioni tra persone dello stesso sesso. Avrebbe dovuto essere al numero uno della lista e mi scuso con coloro che ho escluso. Cercherò di volare più in alto in futuro.

——————————————-

Ecco alcune domande con cui ti invito a sederti:

1. Ti lasci andare alla deriva ogni giorno che ti aspetta o chiedi ispirazione per aiutarti a trovare il percorso più dolce attraverso di esso?

2. Se cerchi ispirazione e supporto, a chi chiedi?

3. Come e dove nel tuo corpo ricevi le risposte?

4. In che modo il tuo corpo ti parla attraverso sensibilità, sintomi, livelli di energia, ecc. Cosa sta cercando di mostrarti?

5. Quali riflessi ha la natura per te?

6. Perché sei qui oggi? Qual è il dono sacro e unico che porti alla creazione oggi?

Infine, voglio invitarvi a suggerire argomenti per le future newsletter. In particolare, mi sento attratto dal viaggio sciamanico in varie parti della natura per vedere cosa vogliono condividere con noi, forse i campi di ghiaccio antartici, le foreste pluviali, le montagne ecc. Questo piace a qualcuno? Se è così, per favore mandami le tue idee e vedrò cosa emerge.

Con amore

 

Andrea