Il ruolo dello sciamano nel mondo moderno – no3 – ‘guarigione personale’

Questo è l’ultimo articolo che esplora il ruolo dello sciamano nel mondo moderno. Come sempre, condividilo con persone che la pensano allo stesso modo se ti senti così incline.

Abbiamo già esaminato l’importanza della nostra connessione con la natura e della nostra visione, specialmente in un mondo in transizione che ha bisogno di tutto il supporto che possiamo dare. Oggi voglio esaminare il ruolo dello sciamano come guaritore.

Questo è un argomento enorme degno di diversi libri, quindi questa newsletter può solo scalfire la superficie. Mi concentrerò su uno solo, quello che ritengo sia più rilevante in questo momento: un viaggio sciamanico nell’Upperworld. Se vuoi intraprendere questo viaggio, ho 3 linee guida per te:

1. Per favore, apri lo spazio sacro in qualche modo o recita una preghiera di sostegno

2. Procedi solo se la tua salute mentale è equilibrata, se riesci a cadere comodamente in uno stato leggermente alterato e tornarci sano e salvo

3. Non guidare o svolgere attività che richiedano la concentrazione finché il viaggio non è terminato e non sei completamente “tornato”.

Questo viaggio sciamanico ti porta nel Mondo Superiore, il luogo dello Spirito, delle nostre guide e dei nostri genitori celesti. Li inviteremo a incontrarci per cercare la loro guida. Ho registrato la visualizzazione a cui puoi accedere nella versione inglese se ti è utile, ma ecco lo script se desideri registrarlo per te:

“Vedi te stesso in un campo. Senti l’erba sotto i tuoi piedi. Un vento morbido e caldo ti sfiora dolcemente il viso e il sole ti scalda la schiena. Guardati intorno e goditi la vista dei fiori selvatici e delle erbe mentre danzano intorno a te.

Noti un grande vecchio albero davanti a te. Inizi a camminare verso di essa, passo dopo passo, e mentre ti avvicini noti che c’è un ingresso per la cavità all’interno dell’albero. È abbastanza grande per entrarci facilmente.

Mentre lo fai, senti lo spazio intorno a te e senti l’odore del legno. Andrai a incontrare i tuoi genitori celesti, ma per farlo, devi lasciare il regno fisico alle spalle, in modo da permettere al tuo senso del corpo e a tutto ciò di cui non hai bisogno per questo viaggio di dissiparsi per un po’. Vedi te stesso come un puntino di luce dorato.

Ora permetti a te stesso, come questa luce, di viaggiare su per l’interno del grande albero, su, su e su, sentendoti salire sempre più in alto. Vedi una via d’uscita su un ramo, che segui finché non ti trovi saldamente su di esso. Qui invochi Pachacutti, custode del Mondo Superiore, per far scendere una scala d’oro e d’argento. Guarda la scala apparire attraverso le nuvole e atterrare dolcemente sul ramo, invitandoti a salirci.

Mentre porti la tua essenza verso l’alto, gradino dopo gradino, vedi davanti a te una bellissima nuvola che ti tiene al sicuro mentre galleggi su di essa. In questo luogo dello Spirito, tutto è nel suo stato completamente guarito. Pachacutti ti dà il benvenuto. Spiega che sei venuto per incontrare i tuoi genitori celesti ed esplorare questo dominio. Chiedi ora se questo è possibile in questo momento. Se senti un “sì”, allora inizia a guardarti intorno. Che aspetto ha questo mondo per te? Cosa vedi? Cosa senti?

Ora noti due granelli di luce che si muovono verso di te. Si avvicinano, uno d’oro e uno d’argento. Quando la loro forma diventa chiara, vedi che sono i tuoi genitori celesti, le guide che ti conoscono così profondamente, che vedono tutto ciò che hai fatto e tutto ciò che puoi diventare… e ti amano completamente, incondizionatamente.

Senti che vengono da entrambi i lati di te e ti abbracciano nel loro amore. Permetti a quell’amore di nutrirti, di permeare ogni aspetto della tua essenza…

Chiedi loro ora se hanno un messaggio per te. Ascolta cosa sono venuti a dirti…

Hanno un regalo per te? Guarda nelle loro mani tese e ricevi tutto ciò che si trova lì …

È ora di tornare nel mondo di mezzo. Ringrazia i tuoi genitori celesti e Pacacutti per il loro amore, la loro saggezza e tutti i doni che hai ricevuto. Dì addio per ora mentre torni alla scala e riporti la tua essenza sul ramo dell’albero. Scendendo sul ramo vedi la scala scomparire sopra di te e torni indietro lungo il tronco del grande albero vecchio, giù e giù fino a raggiungere di nuovo il suolo.

Ora raccogli te stesso, il tuo corpo fisico e tutte le parti di te che non hai portato in questo viaggio. Esci dall’albero ed entra di nuovo nel prato. Senti l’erba sotto i tuoi piedi e il vento e il caldo sole sulla tua schiena. Fai alcuni passi e poi inizia a sentirti rientrare completamente nella stanza. Senti i tuoi piedi, muovi le dita. Sei indietro. Sei indietro.”

Con amore

Andrea

Il ruolo dello sciamano in un mondo moderno – no2 – ‘holding vision’

In questa newsletter, voglio esaminare brevemente il concetto di holding vision. Questo è un aspetto della pratica sciamanica che è disponibile per tutti noi, ma deve essere considerato insieme ad altri aspetti dello sciamanesimo e dell’attivismo in generale. La visione è una risposta importante alle attuali dinamiche mondiali, ma non l’unica.

La mia sensazione è che la terra sia divisa tra livelli crescenti di coscienza individuale e tentativi di alcuni corpi potenti di mantenere il loro controllo. Dobbiamo cercare l’equilibrio personale in uno sfondo di cambiamenti climatici, pandemia e conflitti.

Allora come potrebbe rispondere uno sciamano?

Prima di tutto, c’è sempre un’azione da considerare, una risposta appropriata e compassionevole a qualunque sia la situazione. Una combinazione di forte resistenza dove necessario – a volte abbiamo bisogno di un “no, questo non va bene” chiaro e delimitato – e di cercare il supporto necessario per condurre la situazione verso un luogo di guarigione e risoluzione.

Accanto a questo, ci sono implicazioni emotive all’interno di ogni situazione. Potrebbero esserci giudizi e ostilità innescati dentro di noi, dolore, empatia, paure per il futuro o una capacità di cadere nel pensiero polarizzato, dove c’è “giusto” e “sbagliato”, “buono” e “cattivo”. A tutte le emozioni può essere concesso spazio per essere viste e sentite in modo che possano muoversi attraverso di noi completamente, senza rimanere bloccate.

Un altro aspetto da considerare è quello di mantenere la visione. Questo ci richiede di mantenere uno spazio per qualcosa di più grande delle nostre attuali lotte, forse un mondo di comunità in cui ci uniamo dietro obiettivi e valori comuni. Si trova accanto agli strati fisici ed emotivi e può essere perfezionato e sviluppato dalle azioni pratiche che intraprendiamo e dalle emozioni che proviamo.

Energizzare la visione è importante perché è così facile farsi prendere dalle lotte fisiche che la nostra specie deve affrontare e dalle emozioni che ne derivano. Siamo in un viaggio dell’anima oltre che della mente e del corpo. Onorare la nostra capacità di immaginare qualcosa di diverso, anche più grande della nostra piena comprensione, ci tiene connessi a quella parte illimitata di noi e del nostro mondo.

Gli sciamani Laika sono i detentori della visione nello sciamanesimo peruviano. Furono perseguitati dai conquistatori spagnoli nel XVI secolo e fuggirono sulle alture delle Ande dove mantennero intatta la loro medicina per 400 anni insieme alla loro visione di una Terra guarita. Quando scesero dalle montagne nel 1950 era per condividere la visione di un nuovo potenziale con il resto di noi, una visione di ‘hominus luminus’, un livello più alto di coscienza all’interno dell’intera razza umana, tutti noi connessi .

All’interno della mia pratica, a volte sento una difficoltà nel mantenere una visione per un mondo amorevole e basato sul cuore, quando alcune delle organizzazioni e dei governi che detengono un potere apparente non sembrano operare a quel livello.

Mi sono rivolto al mitico per un consiglio e sono stato guidato a vedere questo non come un problema di resistenza ma di resilienza. Mi è stato mostrato un mondo creato dai nostri cuori, un mondo che non può essere raggiunto, né tanto meno danneggiato, da esseri o organizzazioni che non riconoscono l’essenza dell’amore. Non si tratta di sconfiggerli, ma di trascendere la loro visione del mondo e la sua portata.

Creare la tua visione

È importante che le nostre visioni siano basate su un’essenza chiara, ma siano sufficientemente ampie e flessibili nei loro dettagli da richiamare un risultato al di là di ciò che siamo in grado persino di immaginare. Dovremmo concentrarci sulla qualità e l’energia della visione e lasciare i dettagli allo Spirito.

A volte, la nostra visione e il nostro sogno possono essere limitati dai confini delle nostre esperienze conosciute, da un’ambizione che sta ben al di sotto di ciò che è effettivamente possibile. Questo è il motivo per cui cerco solo di catturare il sentimento amorevole dell’area che sto immaginando. Non mi concentro su una particolare struttura politica o ideologia che domina, o un risultato specifico, solo il senso di una sensazione positiva per come quella situazione potrebbe svilupparsi. Questo significa non cercare di manipolare le strutture dalla nostra prospettiva limitata e avere l’umiltà di renderci conto che non abbiamo tutte le risposte, forse solo molte opinioni!

Possiamo quindi energizzarlo accendendo una candela, soffiandola in una pietra che lasciamo sulla terra o in un bastoncino che diamo al fuoco.

Qualunque sia la tua visione per il nostro meraviglioso mondo, per favore fai tutto il possibile per metterci dietro la tua amorevole intenzione. È attraverso l’energia combinata di queste preghiere e visioni insieme all’azione e alla crescita interiore che può verificarsi un vero cambiamento.

Con amore

Andrea

Il ruolo di uno sciamano nel mondo moderno

Il ruolo di uno sciamano nel mondo moderno

È facile per i media mainstream emarginare antichi insegnamenti e caratterizzare lo sciamanesimo come una curiosità marginale e oscura, persino pericolosa, che ha rilevanza solo storicamente o all’interno di alcune culture indigene di oggi. Questo ignora tutti gli insegnamenti senza tempo dello sciamano e il loro modo di vivere.

Per me, lo sciamanesimo può essere visto come dotato di tre essenze chiave che esplorerò nelle mie prossime newsletter. Per oggi voglio soffermarmi sul forse più attuale dei tre, il nostro rapporto con la terra.

Non c’è dubbio che l’umanità sia attualmente una grave minaccia alla sua stessa esistenza, ma dobbiamo contestualizzare questo; è un problema relativamente nuovo. Siamo su questo pianeta da circa 200.000 anni e in tutto, tranne negli ultimi 200 circa, abbiamo svolto un ruolo positivo. È solo attraverso l’industrializzazione dei nostri processi agricoli e l’eccessivo “accaparramento della terra” alla natura che abbiamo perso l’equilibrio.

In altre parole, per il 99,9% della nostra esistenza, siamo stati benefici per il nostro pianeta. È tempo di tornare a questa relazione, in cui interagiamo ancora con il nostro ambiente ma in un modo che lo sostiene piuttosto che lo esaurisce. È tempo di entrare, non di uscire; ma fallo sulla base dei gentili principi dei nostri antichi antenati: la resilienza attraverso la biodiversità e la sostenibilità.

Nel 1966 Robert Paine ha introdotto il concetto di “specie chiave di volta”. Come la pietra centrale in un arco che impedisce al resto delle pietre di cadere, una specie di chiave di volta è fondamentale per l’equilibrio della terra e dell’ambiente circostante. Castori, lupi, elefanti, lontre, sono tutti esempi di animali che possono influenzare e persino trasformare il loro ambiente creando piccoli disturbi che consentono ad altre specie di prosperare.

Anche noi umani siamo una specie chiave di volta. Storicamente abbiamo vagato per grandi distanze, scavando alla ricerca di tuberi, cacciando selvaggina e cercando frutti. Mentre lo facevamo, creavamo minuscole perturbazioni nel terreno in cui cadevano i semi delle piante, lasciando anche dietro di noi una scia di sterco piena di semi dei frutti che avevamo consumato. Quando abbiamo ripulito le radure boschive per l’agricoltura, abbiamo creato opportunità per le piante selvatiche di stabilirsi, nutrendo tutti gli insetti e gli animali che potevano nutrirsi di loro.

Questi modi di vivere hanno creato diversità negli ecosistemi che ci circondano.

Tutto questo è compreso dallo sciamano e dalle popolazioni indigene. Questo si chiama vivere in ‘ayni’, in una giusta relazione, dove dare e ricevere fluiscono insieme in uno stato di esistenza equilibrato, dove le persone lasciano una piccola ma positiva impronta sulla terra.

Come parte della loro gratitudine e rispetto, lo sciamano può anche lasciare offerte sulla terra. Quando ho viaggiato in Perù alcuni anni fa, è stato triste vedere che questa usanza aveva subito l’influenza occidentale. Lo sciamano con noi ha detto che la loro gente era diventata così abituata a condividere con la terra che non si era adattata ai moderni processi industriali, compresa la plastica. Avevano pensato che avrebbero potuto lasciare un oggetto avvolto sulla terra e si sarebbe decomposto come materia organica. Anche loro dovranno adattarsi se vogliono mantenere il loro equilibrio con il mondo naturale mentre abbracciano le influenze occidentali.

Allora, come ti si addice questo? Condividete, piantate e nutrite? Se hai un giardino, disturbi le aree del terreno per creare nuove opportunità per la diversità e l’arrivo di nuovi semi? Hai un davanzale dove puoi lasciare cibo per uccelli e insetti, o un’area comune vicina dove puoi gettare semi di fiori selvatici? Se te lo puoi permettere, sostieni le fattorie biologiche che coltivano i loro raccolti pensando alla sostenibilità e alla diversità?

Per me onoriamo questo modo di vivere in parte attraverso le nostre azioni ma anche attraverso il nostro modo di essere, la grazia con cui partecipiamo alla vita. Se mangiamo lentamente e consapevolmente, provando una gratitudine basata sul cuore per il cibo che benedice il nostro piatto, se sediamo nella natura con stupore e meraviglia per la sua bellezza, allora è probabile che siamo in ayni, in equilibrio.

La nostra coscienza unita alle nostre azioni evidenziano la nostra spinta a vivere in armonia, rispetto e reciprocità con la natura. Creano una forza di intenzione e slancio che richiederà il cambiamento dalle istituzioni e dai governi più grandi.

Qualunque sia la loro risposta, questa è una questione da risolvere per noi, le persone. Sì, dobbiamo esprimere le nostre preoccupazioni ai nostri leader nazionali, ma soprattutto, dobbiamo agire direttamente attraverso il modo in cui acquistiamo, mangiamo e ci relazioniamo con la terra che ci circonda. Ora stiamo assistendo a livello globale al potere degli individui che si uniscono dietro obiettivi condivisi. Facciamo parte di quella forza irresistibile di cambiamento positivo.

Con amore

Andrea

Heal Your Past, Free Your Future

“Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro” offre una prospettiva unica nel genere della guarigione spirituale ed emotiva.

Muoversi in luoghi, sfidare in altri, chiede a tutti noi di guardare di nuovo alle norme e ai dogmi percepiti che possono distrarci dal nostro vero percorso.

È un libro in due parti:

La parte I esplora i principi della guarigione, attingendo sia alla saggezza degli antichi insegnamenti che alle vaste esperienze dell’autore, intervallate da aneddoti del suo stesso viaggio di guarigione.

Alcune delle aree coperte includono:

– Guarire nel tempo
– Le 5 fasi del processo di guarigione
– La guarigione come il viaggio di un eroe
– Morte e rinascita all’interno del processo di guarigione
– Lavorare con piena autorizzazione
– Le ombre dell’assistenza sanitaria complementare, compresi i privilegi e – – l’appropriazione culturale
– Evitare il “bypass spirituale” e la “positività tossica”
– Espansione nel supporto globale e nelle nostre responsabilità verso il nostro pianeta.

La parte II è la sezione di auto-aiuto che offre protocolli chiari per aiutare a liberare qualsiasi problema e squilibrio che emergono per il lettore. Le storie personali possono essere trattenute e supportate dalla struttura e dai codici di guarigione contenuti in questo processo unico in 12 fasi.

Fase 1 – Protezione energetica

Passaggio 2: negazione ed evitamento

Passaggio 3: stivali fangosi

Passaggio 4 – Influenze ancestrali

Passaggio 5 – La nostra esperienza di nascita

Passaggio 6 – Infanzia

Passaggio 7: modalità sopravvivenza

Passaggio 8: convinzioni fondamentali

Step 9 – Oltre il maschile e il femminile

Passaggio 10: privilegio

Passaggio 11 – Messa a terra e realizzazione

Passaggio 12: recupero dell’anima

Ho deciso di distribuire questo libro con copertina rigida esclusivamente attraverso i miei siti Web, quindi segui il link appropriato di seguito:

New bookl

ACQUISTA – Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro

I migliori auguri a te

 

Andrea

 

 

 

 

 

Incontro di uno sciamano con il Covid-19

Benvenuto nella mia newsletter occasionale. Condividerò alcune notizie entusiasmanti sul mio nuovo libro il mese prossimo, una volta trascorse tutte le festività natalizie.

Per questa edizione, voglio condividere la mia esperienza personale di essere stato recentemente contagiato dal Covid-19. Sento che, tra tutte le narrazioni formali sul virus, c’è un’esperienza più sottile, spirituale, che stiamo vivendo come specie e spero che condividendo la mia storia possa aggiungere un contesto e una prospettiva leggermente diversi.

Prima di tutto, c’è una leggera ironia nel fatto che ho incontrato il virus in un ritiro all’aperto incentrato sulla permacultura e sul re-wilding. Ho parlato con qualcuno che si sentiva male ma che era portatore inconsapevole del covid, che si è sentito abbastanza rassicurato dai ripetuti test di flusso laterale negativi da rimanere in ritiro.

Ho sempre sentito che avrei vissuto personalmente il virus, che in qualche modo era necessario per me; quindi ho avuto uno strano senso di sollievo quando ho sentito i sintomi emergere pochi giorni dopo il mio ritorno a casa e un test PCR positivo ha confermato che si trattava di covid-19.

Per 3 giorni e 3 notti (che ricordano molti miti inclusa la discesa di Innana negli Inferi) sono esistita senza cibo, movimento, pensiero o emozione. Avevo forse sperato in una profonda condivisione di coscienza con questo virus, un viaggio per incontrarne l’essenza e i desideri, ma invece sono stato accolto da un abisso. Per me, il virus era come una macchina, un algoritmo se vuoi, che seguiva solo l’istinto più elementare di occupare e sopravvivere, di prendere ciò di cui aveva bisogno senza estinguere la fonte di quel nutrimento.

Per fortuna, il mio sistema immunitario ha risposto pienamente e alla fine dei 3 giorni sono emerso da questo bozzolo simile a un abisso e ho iniziato il viaggio verso il pieno recupero della mia energia fisica.

La mia sensazione prevalente dei 3 giorni nell’abisso era che si trattasse di una forma
della morte, l’annientamento della versione di me che esisteva prima del virus. Quando sono emerso, ho raccolto vari aspetti di me stesso dalla mia vita precedente, ma ognuno è diventato una scelta. Ho abbracciato la mia famiglia e la mia casa senza esitazione, una riconnessione meravigliosa e istintiva con le persone che amo di più. Altri aspetti erano meno chiari e alcuni dei doni che ho ricevuto come parte del mio ritorno erano lasciar andare piuttosto che portare dentro. Mi sono reso conto che stavo lavorando troppo duramente, che la mia identità era informata di più dalle ombre e dalle tracce di supporto con cui ho lasciato altre persone che dal percorso personale che ho percorso. Era tempo di reclamare la mia essenza al di là dei ruoli misurabili che ricoprivo.

Stavo già cercando di allentare il mio lavoro, ma dopo il covid-19 questa spinta è diventata travolgente e ho preso ferventi passi per liberare tempo per me in modo da poter iniziare a concentrarmi sui driver che mi ispireranno nella prossima fase del mio vita – vita sostenibile – pur mantenendo un nucleo del lavoro terapeutico che amo e mi piace ancora.

C’è una deliziosa ironia circolare qui, che il rifugio ri-selvaggio in cui ho iniziato questo particolare viaggio è anche il luogo su cui ritornerà a breve il mio obiettivo principale. È una coincidenza? Sospetto di no. La mia sensazione è che lo Spirito mi stia mostrando ciò che ho bisogno di vedere, che se il Covid-19 è un prodotto di un mondo fuori equilibrio, un mondo in cui la nostra riverenza per la natura e la fiducia nei nostri corpi stanno svanendo rapidamente, allora ritroveremo un un rapporto più rispettoso con il mondo naturale è una parte essenziale della soluzione.

Questo è stato il mio viaggio. Spero che aggiunga un valore a quelli di voi che hanno incontrato il virus in qualche forma e forse stanno cercando la propria interpretazione dell’esperienza. Ho ancora molte domande senza risposta in senso lato, che condividerò:

1. Cosa significa quando qualcuno ha il covid ma è asintomatico?

2. Perché alcune persone hanno il covid e lasciano il loro corpo fisico? È semplicemente il virus che sta travolgendo il loro corpo o c’è un punto di decisione spirituale come parte della dinamica?

3.Cos’è il ‘covid lungo’? C’è un aspetto spirituale in questo o è solo un’esperienza difficile a livello fisico?

4. C’è un significato nei luoghi o nelle persone che ci trasmettono il virus?

5. Il virus ci spinge ad agire in modo più compassionevole come specie? La vulnerabilità delle nazioni ricche alle varianti di virus generate da tutti i paesi è un segno che i nostri futuri sono davvero tutti interconnessi? È questo un messaggio per il modo in cui dobbiamo lavorare insieme ad altre urgenti priorità globali?

Queste sono domande per le quali non oserei offrire alcuna risposta ma spero che ti diano qualcosa su cui riflettere, se lo desideri. La pandemia è un problema che in qualche modo ci riguarda tutti, quindi è forse necessario capire come ci relazioniamo a questa dinamica a livello di specie, anche se non arriviamo a conclusioni definitive.

È un problema troppo grande per essere semplicemente esplorato come un fenomeno fisico.

Come sempre, se sei in sintonia con ciò che leggi e ti senti incline a condividerlo con gli altri, sentiti libero di farlo.

Con amore

 

Andrea

‘Tutto il mondo’ un palcoscenico’ – Parte III

“Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro” – progressi del libro

Sono molto entusiasta che il mio nuovo libro sia in fase di editing e dovrebbe essere pronto in poche settimane, in tempo per Natale. Spero che avrà qualcosa di interessante per chiunque in un viaggio spirituale o di guarigione. Ti farò sapere quando sarà possibile effettuare gli ordini.

Lo spettacolo di varietà globale

È tempo per me di rivelare che l’atto finale dello spettacolo di varietà globale viene “eseguito” dai centri di potere che siedono sopra di noi. Ho già coperto la mano leggera del mago per reindirizzare la nostra attenzione da ciò che conta davvero e la capacità dell’ipnotizzatore di alterare la nostra percezione attraverso la paura e il trauma.

Come prima, presento l’ispirazione centrale come un dialogo tra me e la mia guida sciamana:

(Io) – ‘Ciao di nuovo. È il momento della rivelazione finale, chi è il terzo atto dello spettacolo di varietà globale?’

‘L’atto finale di questo spettacolo è quello di……..il matto. In termini moderni, questo è il comico, ma tradizionalmente lo sciocco, o giullare, ha ricoperto un ruolo importante per un monarca o un sovrano parodiando loro e le loro decisioni. In tal modo, danno alla persona al potere un contesto che forse i cortigiani e gli altri sostenitori non si sentirebbero abbastanza coraggiosi da offrire.’

‘Non è una buona cosa? Se ai nostri leader vengono offerte opinioni e prospettive alternative, questo li aiuterebbe sicuramente a governare con più empatia?’

‘Il problema con l’attuale posizione globale è che il ruolo dello sciocco è stato utilizzato dalle persone al potere per indicare l’esterno, non l’interno. Piuttosto che essere aperti a suggerimenti e critiche, i potenti stanno dirigendo la colpa su chiunque non segua il mantra pervasivo del tempo. Questa versione dello sciocco può accusare e diffamare qualsiasi oppositore o pensatore alternativo e considerarli un pericolo per la società».

“Com’è l’energia di questo guardare in questo momento, lo sciocco può essere persuaso a guardare di nuovo dentro di sé, ai decisori?”

‘Questo dipende da tutti voi. C’è una crescente pressione perché questa energia sia rivolta verso l’interno verso i poteri centrali, proprio come avveniva con i giullari di corte medievali. Potresti iniziare a vedere critiche al percorso diretto provenienti da rispettati influencer al di fuori delle basi del potere centrale, quindi scienziati, politici, ricercatori, medici e giornalisti che hanno voci veramente indipendenti”.

“È già iniziato?”

‘Sì. La fase in cui ti trovi ora è il disfacimento dello status quo, in cui il dogma del giorno inizia a essere visto in tutte le sue distorsioni, pregiudizi e interessi acquisiti. Questo può essere l’inizio di un nuovo mondo di equità, uguaglianza e trasparenza come parte del pachacuti, la “grande svolta”, come profetizzato nella maggior parte degli insegnamenti indigeni”.

“A quali segnali di cambiamento dovremmo prestare attenzione?”

“In questo momento, cerca i segni delle basi di potere esistenti sotto pressione, per un crescente senso nella coscienza pubblica che non tutto è come sembra. Una volta che ciò è accaduto, le persone cercheranno voci alternative di verità, e i saggi silenziosi emergeranno dalle loro ombre censurate. Non avranno bisogno di gridare sui nuovi modi possibili, le persone saranno pronte ad ascoltare, solo così funzionerà’.

‘Posso vedere come all’umanità viene offerta una scelta fondamentale tra potere centralizzato, intervento medico e tecnologia da un lato e rispetto per le comunità più piccole, la Terra e il potere curativo naturale dei nostri corpi dall’altro.

‘Sì, ​​è un momento per decisioni fondamentali sulla direzione futura dell’umanità. Se la comunità deve essere la strada da percorrere, deve essere scelta da voi come individui. È quell’allineamento fondamentale di coscienza e intenzione che la pensano allo stesso modo che smantellerà le attuali dinamiche di potere.

Se hai dei dubbi su come ciò possa accadere, ricorda che il potere centralizzato è fondamentalmente debole e si basa sulla ripetizione costante della sua paura che innesca il dogma per sopravvivere.

Al contrario, la comunità è intrinsecamente forte, come un alveare. È uno stato naturale, di sostegno, amore, rispetto e verità, di conoscenza del proprio potere individuale ma anche del proprio posto in un quadro più ampio. È allineato con lo Spirito e l’energia creativa dell’Universo stesso e quando sei allineato in questo modo, sei in flusso con tutto ciò che è. Fidati di quel potere. A volte potresti sentirti emarginato e solo, ma la verità è tutt’altro che: quando difendi l’amore, la verità, l’uguaglianza e il rispetto, fai parte della forza più grande che c’è, la creazione stessa”.

‘Grazie’.

Con amore

Andrea

“Tutto il mondo è un palcoscenico” – Atto II

Rilascio del libro

C’è un ottimo editing in corso ora, il mio piano è di stampare il libro in tempo per Natale con un’offerta speciale per incoraggiarti a comprarne uno per te e uno per una persona cara. Tutto sarà rivelato presto.

Dinamiche globali

Nella mia ultima newsletter ho dialogato con la mia guida sciamana sul metaforico “spettacolo di varietà” che rappresenta il modo in cui gli attuali poteri globali si relazionano a tutti noi. Ho esplorato il primo atto, il mago da palcoscenico, e come rappresenta la necessità di distrarci con obiettivi sempre mutevoli per la nostra paura collettiva, mentre la vera agenda si svolge da qualche altra parte.

Questi tempi fanno parte del profetizzato ‘pachacuti’ come lo descrivono lo sciamano peruviano e gli anziani saggi, la svolta del mondo quindi è di nuovo la strada giusta, dove tutti torniamo all’equilibrio all’alba di una nuova era. Non si tratta solo di correggere la centralizzazione del potere e della ricchezza, si tratta del modo in cui ognuno di noi sperimenta la vita e il rapporto che abbiamo con la madre terra, la nostra salute e l’altro.

Vedere questo cambiamento solo in termini di politica ed economia è un altro modo per dare via il nostro potere di cambiamento a qualcosa o qualcun altro. Credo che dobbiamo tornare a mantenere il nostro potere all’interno di comunità più piccole costruite sull’armonia e sul rispetto.

Ho presentato questa newsletter come un dialogo tra me e la mia guida sciamana, ma questo è ancora un pezzo d’opinione, quindi per favore prendine ciò che vuoi e, come sempre, mantieni il tuo discernimento. Se ti piace quello che leggi, condividi un link e incoraggia amici e persone care a iscriversi alle newsletter future:

(Io): ‘Grazie ancora per le ispirazioni del mese scorso. Sono curioso di sapere quale tipo di interprete rappresenti il ​​prossimo atto in questo spettacolo di varietà globale’.

‘Te lo dirò; è l’ipnotizzatore da palcoscenico. Questo è un artista molto abile che sa come alterare la tua percezione della realtà, creando così un nuovo senso di ciò che è normale per te’

“Ok, sono con te, ma in che modo questo è rilevante per tutti noi?”

“Le persone sono tradizionalmente ipnotizzate attraverso il rilassamento, ma è anche possibile essere portate in uno stato mentale alterato attraverso la paura e il trauma, che è il meccanismo sfruttato oggi”.

“Puoi farmi un esempio?”

“Se ti avessi detto due anni fa che il tuo diritto di abbracciarti nel Regno Unito sarebbe stato determinato dal governo e che avresti bisogno di un passaporto sanitario per poter entrare in un club per ballare, non mi avresti mai creduto. Eppure eccoti qui.

Non sto in alcun modo minimizzando la situazione, ma solo evidenziando che la vostra perdita di responsabilità decisionale come singoli cittadini è avvenuta in un batter d’occhio. Ciò che la gente accetta oggi potrebbe essere solo la punta dell’iceberg. Potrebbe sembrare tutto razionale e normale mentre vengono portati via i segni distintivi della libertà di movimento, espressione e stile di vita.

Se succede, le persone probabilmente negheranno che è stato fatto a loro perché riterranno di averlo richiesto e i leader e le grandi aziende hanno semplicemente implementato la volontà pubblica.’

“Tutte queste nuove regole fanno parte di questa restrizione strategica della nostra autonomia?”

«No, molti sono molto ragionevoli, non sarebbero accolti nelle democrazie consolidate se fossero tutti autocratici. I problemi sorgono quando le regole necessarie iniziano ad essere applicate in situazioni meno gravi e quando altre restrizioni sono basate sulla legislazione o sulle decisioni».

“Siamo tutti ipnotizzati?”

‘In una certa misura, sì, tutti voi avete i vostri punti ciechi in cui avete imparato a tollerare come normale qualcosa che dovrebbe essere sfidato. Detto questo, una percentuale crescente di persone riesce a vedere attraverso i trucchi dell’ipnotizzatore. Solo una piccola parte deve aprire la strada e chiamare ciò che vede. Non appena qualcosa viene visto e nominato, perde il suo potere.

“Cosa possiamo fare per uscire dalla trance oggi?”

‘Ti consiglio di sentire in ogni situazione attraverso il cuore, chiedendo se ciò che vedi è amorevole, veritiero e necessario.

Come modo di vivere, sono gli atti coerenti di gentilezza e comunità che stanno portando a un cambiamento positivo e agiscono come antidoto alla paura e al giudizio incoraggiati dalle fonti centrali. Le persone stanno scoprendo che la comunità e la compassione sono le pietre angolari dell’umanità. Potresti essere caduto in una foschia assonnata di trance ipnotica, ma ora stai iniziando a svegliarti e a vedere cosa conta davvero, che la vita non riguarda i dettami del governo o l’ultimo telefono cellulare, si tratta di onorare l’un l’altro e questo bellissimo pianeta che condividiamo tutti .’

“Allora i segnali sono buoni?”

‘Sì. Questo è un tempo profetizzato che è stato trattenuto per secoli in una visione collettiva per l’umanità. Ciò non significa che i livelli più elevati di coscienza arriveranno facilmente, ma c’è l’opportunità per le coalizioni guidate da persone di portare un cambiamento fondamentale.’

‘Grazie per le tue intuizioni. È la fine dello spettacolo di varietà?’

‘No. c’è un artista finale di cui voglio parlare la prossima volta’

“OK, non vedo l’ora di scoprire chi potrebbe essere”

Con amore

Andrea

Tutto il mondo è un palcoscenico

‘Lo descriverei come uno spettacolo di varietà; i governi e le grandi corporazioni sono gli atti mentre le persone partecipano al pubblico’.
‘Seriamente, varietà? OK. Dimmi del primo atto…’

‘Il primo atto è il mago di scena. Questo esecutore è abile nel depistare, facendoti credere che la cosa che stai guardando sia centrale nell’illusione, quando in realtà il vero trucco sta avvenendo da qualche altra parte. Concentrano la tua attenzione sui movimenti drammatici della mano mentre l’assistente del mago sta facendo il cambiamento necessario in silenzio dietro la schiena’.

‘Penso di sapere dove stai andando con questo. La nostra attenzione è focalizzata sul coronavirus, su chi si sta vaccinando, se abbiamo raggiunto l’immunità di gregge, se le nuove varianti sono più contagiose ecc., mentre il vero problema è la strisciante perdita di libertà di espressione e la centralizzazione della ricchezza e del potere che è accadendo in background’.

«È vero che, come in ogni atto magico, se guardi nella giusta direzione, puoi vedere attraverso il trucco. Non è più ipnotizzante, il mago non ha alcun potere’.

‘… e presumibilmente questo è il motivo per cui i maghi tengono occupati i loro atti con molto movimento in modo che la nostra attenzione non possa atterrare sull’area principale della deviazione, proprio come nel mondo di oggi’.

“Assolutamente, la direzione sbagliata deve attirare tutta la tua attenzione e il modo migliore per ottenerla nel tuo mondo è ovviamente la PAURA. Il mago del palcoscenico ha bisogno della tua curiosità, ma nella vita reale non basta. I poteri globali hanno bisogno che tu sia nella paura e nel giudizio, mantenuto fresco in modo che tu rimanga conforme e segua tutte le regole imposte per gestire la situazione senza domande. Se l’obiettivo della tua paura rimane troppo statico, alla fine vedrai attraverso di esso e la direzione sbagliata sarà finita.’

“Mi vengono in mente molti esempi di depistaggio basato sulla paura dal mio punto di vista nel Regno Unito. Sembra che siamo stati nutriti con una serie di nemici da temere, uno dopo l’altro per mantenere fresche le nostre paure. Questo ha senso per me, ma come faccio a sapere se quello che vedo è una direzione sbagliata o un vero problema da considerare?’

“Avrai sempre bisogno di mantenere il discernimento ma, fondamentalmente, se i media o il governo stanno dando la colpa a una piccola parte della società, spesso quella meno potente e in grado di difendersi, allora è probabile che sia una direzione sbagliata. Se il problema riguarda la disuguaglianza, l’avidità aziendale, la centralizzazione del potere, la perdita dei diritti personali o le preoccupazioni ambientali, allora è probabile che ci sia un vero problema di fondo.

“Sono con te, ma come aiuta effettivamente individuare la direzione sbagliata?”

‘Prima di tutto, se sai di essere ‘giocato’, imparerai a controllare la paura che è stata alimentata dentro di te e diretta verso le altre persone. Se riesci a trascendere questa paura e il giudizio che evoca, le nebbie si schiariranno dai tuoi occhi e vedrai dove si trovano i veri problemi.

Allo stesso modo, la scienza non è una fonte di verità assoluta. Le grandi istituzioni sono piene di interessi acquisiti e di pregiudizi; quando sei abbastanza presente da cercare visioni più ampie e meno ufficiali, troverai altre prospettive che possono aggiungere valore. Ricorda anche che i “fatti” scientifici di oggi sono spesso smentiti dalla scienza di domani.

Fondamentalmente, quando tutti voi come individui scegliete di vedere ed esporre questi programmi per quello che sono, le strutture di potere nascoste crolleranno. Non è nemmeno difficile, è inevitabile’.

“Sta succedendo adesso nel mondo?”

“Sì, negli ultimi anni ci sono voluti quelli che lei ha chiamato ‘informatori’ per portare alla luce queste corruzioni e disuguaglianze, ma ora le informazioni iniziano ad apparire attraverso il lavoro di coloro che sono pronti a guardare dietro i titoli ufficialmente creati”.

Sì, anche mentre scrivo questo, vedo che le origini del coronavirus vengono discusse più apertamente e l’iniziale visione scientifica enfatica del trasferimento tra le specie è ora seriamente messa in discussione.

«Sì, questo è un esempio, ma ce ne sono altre centinaia. Continuare a cercare.
Prova a vedere cosa viene rivelato e chi lo sta facendo. È un esempio del potere che inizia a calare sulle persone. Soprattutto, ricorda di rimanere centrato sul cuore. Se cadi nella mentalità del “te l’avevo detto” quando le informazioni vengono riviste, allora sei ancora intrappolato nel pensiero della dualità.’

Con amore

Andrea

Tenendo la visione

Prossimamente: “Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro”

Solo per stuzzicare l’appetito, ecco un teaser dal mio nuovo libro, in uscita a breve, “Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro”. Il capitolo 2 è incentrato sui 5 elementi del processo di guarigione – 5 dinamiche che credo debbano essere esplorate se un problema o un sintomo deve essere completamente risolto. Il primo è: “impostare un’intenzione chiara e specifica”, ma riesci a indovinare gli altri 4? Tutto sarà rivelato a tempo debito.

Guarigione di gruppo

Sto rilanciando l’offerta esistente con un nuovo servizio settimanale chiamato guarigione di gruppo. Ogni mercoledì alle 20:00 ospiterò una sessione di guarigione a distanza utilizzando i principi del sistema Quantum K per fornire l’impulso di guarigione. Terrò spazio per chiunque si registri, utilizzando tutti gli obiettivi e le intenzioni personali che mi sono state inviate tramite e-mail. Per ulteriori dettagli, consultare la scheda Guarigione di gruppo sul sito Web Quantum K.

Guarigione di gruppo

Rimanere autentici

Durante le sessioni con i miei clienti sento che la pressione di notizie pesanti e implacabili sta iniziando a logorare le persone. La fiducia nella visione di un cambiamento globale positivo viene erosa da un flusso continuo di comunicati stampa su nuove restrizioni alla nostra libertà, nuovi attacchi al nostro diritto all’autodeterminazione e una maggiore centralizzazione del potere e della ricchezza. Con l’avanzare della legislazione che limita i nostri diritti di protesta sia negli Stati Uniti che in Gran Bretagna, la luce alla fine del tunnel potrebbe sembrare attenuarsi; ma lo è?

Come al solito, voglio dare una prospettiva dallo Spirito, da un luogo che vede i modelli energetici di questi enormi eventi globali. Quando mi sono recato negli Inferi per incontrare la luce che è Huascar, mi sono state fornite alcune informazioni che esprimerò liberamente in un dialogo, con la risposta di Spirit in corsivo.

(Io) “Quindi mi sembra che i vecchi sistemi di alimentazione abbiano fondamentalmente rivelato le loro intenzioni ora – sembra che stiano cercando un potere più centralizzato, una copertura mediatica limitata, una salute medicalizzata piuttosto che un benessere naturopatico e limiti alla libertà di movimento e la scelta. È un riepilogo giusto? ”

“Sì, non c’è bisogno di cercare cospirazioni, è tutto allo scoperto. Se questo era un gioco di poker, allora hanno mostrato le loro carte “.

“OK, se vuoi usare un’analogia con le carte, è una mano forte?”

“In termini simbolici, è l’equivalente di tre fanti, quindi c’è un po ‘di forza lì, rappresentata dall’allineamento dell’ombra maschile, le carte maschili di basso rango.

“Che aspetto ha la nostra mano, la gente?”

“È l’asso, due, tre, quattro e cinque di cuori, quindi significativamente più potenti, i cuori rappresentano la base dell’amore e la sequenza sequenziale di carte che mostra il potere dell’allineamento. Queste non sono carte alte individualmente, ma insieme sono forti “.

“Quindi, è che allora il potere degli individui, che lavorano insieme nell’amore, vincerà la giornata?”

“Non è garantito. In un gioco di carte è sempre possibile passare, avere la mano più forte e scegliere di non giocarla. Questo è ciò che sta accadendo in una certa misura ora. Alcuni individui, che è dove risiede il vero potere, stanno scegliendo di cedere quel potere attraverso la conformità e l’inazione. Per giocare questa mano vincente, le persone devono essere autentiche nei loro valori e rifiutarsi di piegarsi alle pressioni centrali o della comunità. Ciò non significa infrangere la legge, agire autenticamente e vivere è del tutto possibile nel quadro di ciò che è attualmente legale “.

“Quindi, potremmo avere la mano migliore e comunque perdere?”

“È possibile ma altamente improbabile. Il potere di una vita pacifica, amorevole e autentica è molto più potente di quello o della forza, dell’avidità e del controllo che solo una piccola parte delle persone deve essere in loro potere per cambiare l’esperienza collettiva ”.

“Quale proporzione è sufficiente?”

“Circa 20%”

“È tutto? Solo il 20% delle persone per rimanere nel loro autentico potere e questo sarà sufficiente per cambiare l’esperienza collettiva di tutti noi? ”

“Sì, ognuno di voi ha una mano potente da giocare, basta giocarla! Più persone restano centrate nell’amore e nella comunità, più facile e veloce sarà il cambiamento, ma solo una piccola minoranza deve trovarsi in questo stato per garantire il successo complessivo. Non devi nemmeno vivere in quel livello di potere d’amore tutto il tempo, solo esserci più di quanto non lo sei. ”

“E, infine, puoi dirmi che aspetto ha questa percentuale in questo momento nel mondo?”

“Non è il momento per l’autocompiacimento, ma l’umanità è attualmente a poco più del doppio del livello minimo richiesto. Ognuno di voi deve chiedersi se si è nel 20% o meno. In caso contrario, considera di fare di più per vivere nella tua amorevole verità, tuttavia ciò potrebbe manifestarsi per ciascuno di voi come individui unici “.

Chi è il coronavirus?

Pubblicazione del libro

Il mio secondo libro “Guarisci il tuo passato, libera il tuo futuro” è ora scritto e sta per essere modificato. Ti farò sapere quando sarà disponibile per il preordine. Sono molto entusiasta di aver terminato questa fase creativa che comprende così tanto di ciò che ho imparato in 20 anni come terapista. È un misto di spiegazione teorica e 12 chiavi pratiche di guarigione. Spero che ti piacerà leggerlo e lavorarci tanto quanto mi è piaciuto crearlo.

Chi è il coronavirus?

Come praticante sciamanico, credo che tutto sia vivo e sacro, dagli umani fino al più piccolo granello di sabbia sulla spiaggia. Questo vale anche per i virus intorno e dentro di noi, sono sacri e fanno parte dello stato naturale dell’ordine nel mondo.

Ciò solleva la domanda: chi o cosa è covid-19? Non mi interessa sapere da dove provenga il virus, che sia mercato di strada o laboratorio, ma voglio sapere chi è, quali dinamiche lo hanno portato all’esistenza?

Fondamentalmente, credo che sia un riflesso della nostra coscienza collettiva in questo momento. Quando ho viaggiato sciamanicamente per incontrare il virus, l’ho trovato come un’espressione del lato oscuro dell’umanità, della nostra tossicità fisica ed emotiva collettiva. Proprio come con il nostro corpo, se il sistema generale è sbilanciato, la tossicità accumulata deve essere espressa in qualche modo, in questo caso attraverso un virus.

Questo non vuol dire che le persone più colpite dal covid-19 siano in qualche modo giudicate dall’infezione; è stato creato dall’esperienza umana collettiva e, proprio come la vita in generale su questo piano di esistenza, quelli che fanno i danni maggiori raramente si trovano all’inizio delle conseguenze. L’Occidente ha guidato l’inquinamento del mondo e l’accaparramento di guadagni materiali, ma le altre nazioni sono quelle che soffrono di più.

La natura segue la linea di minor resistenza, quindi se sono necessarie inondazioni, le masse terrestri basse vengono allagate per prime. Se emerge una pandemia, gli anziani, i vulnerabili e gli oppressi vengono colpiti per primi. Non è giusto, ma è così che funziona la vita quando fondamentalmente abbiamo il libero arbitrio sulle nostre vite e sul pianeta che ci circonda.

Ho anche visto questo squilibrio a livello di specie come un “triangolo drammatico” che si autoalimenta di vittime, autori e soccorritori. Questa non è solo la natura del covid-19 stesso, è anche la natura della nostra risposta globale ad esso. Invece di cercare una maggiore responsabilità individuale per la nostra salute e il nostro benessere, i governi e gli scienziati hanno diffamato il virus come il “ perpetratore ”, proprio come facciamo con qualsiasi malattia, e noi come “ vittime ” che devono essere “ salvate ” da una varietà di persone. di misure orchestrate a livello centrale, comprese la vaccinazione e l’allontanamento sociale.

Non c’è virtualmente alcun potere attribuito a noi come individui, o enfasi sull’importanza che ognuno di noi faccia tutto il possibile per proteggere le proprie funzioni immunitarie attraverso una buona alimentazione, esercizio fisico e benessere emotivo. Semmai, i poteri centrali hanno fatto di tutto per indebolire il nostro potere personale attraverso la propaganda della paura, con le uniche soluzioni proposte dal governo.

Il senso finale che ho qui dal mio viaggio sciamanico è che dovremo tutti esplorare la nostra relazione con ciò che rappresenta il virus. È la sfida di questo momento per ognuno di noi essere l’eroe della nostra storia e affrontare le nostre paure più profonde e il nostro rapporto individuale con l’avidità, l’oppressione e l’ingiustizia, se lo vogliamo. Potremmo incontrarlo attraverso l’esposizione al virus, attraverso la vaccinazione, che tra l’altro credo contenga abbastanza codice genetico per trasportare la sacra coscienza del virus stesso, o attraverso la nostra meditazione personale o pratica di guarigione. Questo incontro si svolgerà a tutti i livelli, quello fisico attraverso l’espressione del nostro sistema immunitario e degli anticorpi, quello emotivo attraverso il nostro rapporto con il potere centralizzato e la paura e quello spirituale attraverso la nostra disponibilità a vivere guidati dalle nostre anime con potere e integrità.

Credo che il virus sia un insegnante per tutta l’umanità. Non può essere una coincidenza il fatto che sia apparso all’inizio dell’era dell’Acquario. Ci sfida a scrutare in profondità le ombre delle strutture del mondo che abbiamo creato collettivamente e scegliere qualcosa di diverso. Questa è la luce alla fine del tunnel, la luce che risplende davanti a noi e ci invita a un nuovo modo di essere.

È tempo di cambiare, auguro a tutti noi il meglio per il viaggio.

Con benedizioni

Andrea