Attivismo – Qualità v Quantità

Ho scritto articoli nell'ultimo anno sull'attivismo e su come sia giunto il momento di spostare l'attenzione dal nostro percorso di guarigione interna verso un'espressione più esteriore della nostra energia. Poi ho suggerito modi in cui potremmo farlo nella nostra vita quotidiana. Questo terzo articolo approfondisce la natura qualitativa del nostro attivismo.

Sono stato attratto a scrivere su questo dopo una sessione client in cui abbiamo esplorato quella domanda senza tempo di 'cosa sono qui per fare?' Comprensibilmente lo viene chiesto molte volte dai clienti che vogliono sapere come vivere al meglio la loro vita e chiedere la prospettiva del loro sé superiore. In questa particolare sessione ho scoperto che era certamente giunto il momento di agire e che dovrebbe iniziare con la ricerca della completa integrità nella loro vita quotidiana e nella comunità locale.

Le nuove informazioni che ritenevano meritassero una condivisione più ampia era che la natura di ciò che è stato fatto era in gran parte insignificante rispetto al modo in cui è stato fatto. È la qualità della nostra vita che porta al cambiamento globale più delle azioni che intraprendiamo. In altre parole, se facciamo una campagna contro il cambiamento climatico ma lo facciamo con paura e rabbia, allora stiamo mescolando quell'energia in tutte le dinamiche che il cambiamento climatico rappresenta. Gaia sentirà la nostra paura piuttosto che il nostro amore. L'indignazione è utile, è un'energia positiva di azione, ma la rabbia non lo è.

Vorrei pertanto esortare tutti noi a fare ciò per cui siamo attratti da due energie chiave:

1. Visione positiva. Vedere la possibilità di cambiamento e di un risultato che rappresenta lo stato guarito di tale situazione. Se si tratta di cambiamento climatico, ad esempio, vi suggerisco di mantenere la visione della Terra che ritorna al suo stato guarito, con la razza umana unita in solidarietà intorno a questo obiettivo.

2. Siate basati sul cuore. Sii nel tuo centro cardiaco quando fai quello che fai. Portate l'amore alla situazione. Quando ho fatto tesoro di questo, ho ottenuto che il 90% del beneficio dell'azione che intraprendiamo è l'amore che portiamo alla situazione, non la natura dell'azione stessa. È molto meglio fare shopping in un luogo d'amore che andare a marciare di protesta con rabbia nei nostri cuori. In un mondo ideale, fate la marcia di protesta da quel luogo d'amore, ma se non riuscite a trovare quello spazio, tornate al vostro viaggio interiore e sentite in quelle emozioni limitanti prima di tentare di fare qualcosa di più visibile.

Se dovessi riassumere tutto quello che ho scritto nell'ultimo anno sarebbe semplice: aprite il vostro cuore, vivete la vostra vita quotidiana in modo coerente da quel luogo, quindi cercate opportunità per portare quell'amore al di là della vostra comunità locale.

Con amore

Andrew

If you wish to be notified of any new experiences that are released or when Andrew’s latest book is published please sign up using the form below. Thank you.

By submitting your details you consent to your data being used in compliance with our Privacy Policy