Il momento è ora

Forse ricorderete il concetto di “respiro dentro” e “respiro fuori” della mia newsletter di maggio – dove suggerivo che sia l’azione che la tenuta dello spazio erano essenziali mentre la pandemia del coronavirus continuava nel nostro mondo. La mia sensazione, allora, era che i lavoratori in prima linea fossero il fiato corto per le nostre società in quella fase iniziale di risposta alla pandemia, mentre coloro che non potevano rispondere in modo così attivo avrebbero avuto uno spazio tranquillo di visione e di sostegno sullo sfondo.

La newsletter parlava di un cambiamento in cui coloro che si trovavano nella quieta clausura delle loro esperienze personali e dei loro viaggi di guarigione avrebbero dovuto emergere e rimanere forti di valori condivisi che avrebbero trattenuto le nuove energie del mondo nel momento in cui iniziavano a manifestarsi.

Ci sarebbe stata una sovrapposizione, potremmo ancora onorare il nostro viaggio interiore guardando verso l’esterno e viceversa, ma l’attenzione primaria si sarebbe spostata.

Sento che questa volta è arrivato il momento e che, a partire dal solstizio del 21 dicembre 2020, il respiro si sposterà in una nuova marcia. Ecco perché:

1. Il solstizio è un punto di riferimento naturale dove l’oscurità comincia a calare e la luce emerge. È tradizionalmente un momento in cui la nostra attenzione verso l’interno cambia quando iniziamo a guardare ciò che si trova al di fuori di noi stessi. È un punto di svolta naturale.

2.  2. Astrologicamente, questo tempo è chiaramente riconosciuto. L’astrologa Chani Nicholas discute nel suo sito web di come questo solstizio sia particolarmente importante e segni una transizione speciale al di là di ciò che ci aspetteremmo di vedere nel ciclo di un anno normale. Nelle sue parole: “L’astrologia del 2021 è radicale. Pronti a innovare le nostre strutture più obsolete, le rivoluzioni che vogliamo incarnare abbracceranno tutto il nostro mondo; dal personale al politico siamo pronti per un aggiornamento dei sistemi. Le strutture del nostro mondo interno ed esterno che sono le più rigide, apparentemente solide, e tradizionalmente considerate come lo standard o la norma, saranno provate, testate e riconfigurate da un urgente appello al cambiamento”.

3. Ho appena iniziato a notare un cambiamento nei luoghi sacri della nostra terra. Vivo nel paese occidentale dell’Inghilterra e mi sono trovato a collegarmi a siti antichi dove storicamente ci sono state cerimonie, pratiche spirituali e lotte di potere. Glastonbury ne è un esempio, ma ci sono altri luoghi di cerimonia in questa zona, molto meno conosciuti, i cui custodi sono sintonizzati con la nuova energia.  Recentemente mi sono collegato con i luoghi e le persone intorno a Glastonbury che stanno cambiando con l’arrivo dei custodi coscienti e il passaggio verso una nuova energia. Sono piccoli, per molti versi poco appariscenti, ma fanno parte del gruppo frattale di quelli che credo siano poco meno di 100 luoghi sacri che contengono la nuova energia in questa terra. Ognuno di essi offre un aumento esponenziale dell’energia dell’insieme collettivo.  È probabile che questo sia un cambiamento a livello mondiale in cui le persone stanno iniziando a creare un cambiamento positivo e quindi a spostare la risonanza del pianeta.

Il mondo ha un disperato bisogno di questa nuova direzione. Questo è un momento spartiacque in cui è necessario uno sforzo della base per interrompere il movimento verso la censura, la mancanza di un vero sostegno per i vulnerabili, la centralizzazione del potere e la perdita di libertà.

Quando mi sintonizzo sull’essenza di questa nuova energia, capisco che può essere definita da una sola parola: comunità. Questa essenza richiede uguaglianza, rispetto, connessione, condivisione delle decisioni e un rapporto d’amore con la natura.

Questo è il mondo che sogno. Non sarà creato attraverso gli sforzi di uno o due eroi che entrano in posizioni di visibilità e potere, ma dallo slancio collettivo di tutti noi, dove ognuno di noi vive allineato ai valori fondamentali che ci uniscono e non ci separano. Questa è la natura della geometria frattale; ognuno di noi detiene una piccola parte del quadro complessivo e, così facendo, il cambiamento collettivo diventa inevitabile.

E sta già cominciando. Se volete un esempio di come la vecchia energia si stia sgretolando, non dovete guardare oltre Brexit, che si basa sulla separazione e sulla divisione e che fin dai suoi primi giorni concettuali ha lottato per portare un senso di flusso o di radicamento. È inondata dalla vecchia energia dell’autoprotezione e dell’isolamento. Mentre scrivo questo, gli esperti suggeriscono che potrebbe anche esserci un “no deal”, che dopo un anno di dure negoziazioni, non c’è allineamento nella separazione. Una spinta a staccarsi dall’essenza dei valori concordati è incongrua con l’energia della comunità e lotterà, se non fallirà completamente.

Un appello all’azione

Quindi, il mio invito a voi è di esplorare due domande:

1. Cosa significa per me la comunità?
2. Come posso realizzarla nel mio mondo?

Ogni piccolo cambiamento che facciamo in questa direzione fa avanzare l’esperienza collettiva in linea. Non c’è alcuno sforzo inutile. ORA TUTTO CONTA.

Con amore

Andrew

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

If you wish to be notified of any new experiences that are released or when Andrew’s latest book is published please sign up using the form below. Thank you.

By submitting your details you consent to your data being used in compliance with our Privacy Policy